L’influenza è una malattia molto contagiosa. Anche in assenza di complicazioni questa patologia può essere fortemente debilitante, in primo luogo per la febbre, che supera spesso i 39°C, ma anche per altri sintomi quali dolori muscolari, spossatezza, nausea e vomito, cui possono aggiungersi tosse secca, rinorrea cioè il naso che cola, e difficoltà nel respiro.

Ma l’influenza può generare complicanze anche gravi come polmoniti e meningiti, soprattutto nei soggetti anziani, nei bambini sotto i due anni, nelle donne tra il secondo ed il terzo mese di gravidanza e, infine, nei soggetti che soffrono di malattie croniche o hanno un sistema immunitario debole. Per tutte queste ragioni va prevenuta.

Per prevenire l’influenza è necessario innanzitutto seguire alcune opportune norme igieniche: fare arieggiare gli ambienti chiusi, evitare il contatto stretto con persone malate, evitare di toccarsi bocca, naso o occhi con le mani, lavarle frequentemente e con accuratezza. Infine, è importante farsi trovare pronti rinforzando per quanto possibile il proprio sistema immunitario.










Per ottenere ciò è fondamentale seguire un regime dietetico sano come la dieta mediterranea. Può essere utile, poi, rafforzare l’apporto di alcune vitamine e sali minerali che si sa essere importanti per il buon funzionamento del sistema immunitario. La vitamina C, ad esempio, aiuta a difendere l’organismo grazie alle sue proprietà antiossidanti e all’effetto immunostimolante. La sua supplementazione nel corso delle infezioni delle vie respiratorie è supportato da numerosi studi scientifici. Ma anche altre vitamine possono essere utili, come quelle del gruppo B, essenziali per il metabolismo cellulare, la vitamina A che rinforza il sistema immunitario e quella E, potente antiossidante. Anche la vitamina D è essenziale per il corretto funzionamento del sistema immunitario. Fra i minerali possono essere utili lo zinco ed il selenio. In effetti, l’uso corretto degli oligoelementi può essere molto utile per rinforzare il sistema immunitario.

In particolare, la delicatezza e la facilità a contrarre questo tipo di malattie dei bambini, soprattutto di quelli più piccoli, consigliano di ricorrere all’oligoterapia catalitica o diatesica, che si è dimostrata estremamente efficace e sicura. Gli oligoelementi, infatti, intervengono in molte reazioni essenziali per le cellule o attivando sistemi complessi, come lo zinco che stimola i linfociti T e le immunoglobuline e previene la predisposizione alle infezioni, o attivando sistemi enzimatici, di cui spesso sono parte integrante. Se usata correttamente, l’oligoterapia è in grado di riequilibrare e rafforzare tutte le funzioni dell’organismo, compreso il sistema immunitario, rendendolo molto più resistente agli insulti esterni.


Farmacia 3.0 – Rubrica a cura del dott. Alberto Di Muria

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*