Farmacia 3.0 – come curare l’ansia con l’omeopatia Rubrica a cura del dott. Alberto Di Muria









































L’ansia, nella sua condizione fisiologica, è un fenomeno naturale che rappresenta uno stato d’allarme che si attiva quando una situazione viene percepita come un segnale di pericolo. Le reazioni emotive e psicologiche che ne derivano servono a proteggersi da minacce reali. Ma quando l’ansia non si riferisce ad un pericolo oggettivo, è ingiustificata o sproporzionata rispetto alla situazione non è più considerata fisiologica. L’ansia diventa patologica quando la reazione del soggetto è legata a situazioni ed eventi normalissimi non valutabili come ansiogeni che però generano un malessere eccessivo e tale da invadere la vita lavorativa e relazionale di chi ne soffre.

Quando la paura diventa disturbo d’ansia, corpo e mente attivano dei meccanismi complessi talmente gravosi e limitanti da interferire con la capacità di gestire le normali situazioni della vita. A prescindere dalle varie forme che può assumere, sul piano somatico l’ansia si manifesta con sintomi acuti: palpitazioni, sudorazione, pallore, brividi, nausea, diarrea, disturbi gastrointestinali, tachicardia, dilatazione pupillare. A livello emotivo genera paura, tensione, angoscia, terrore e panico.











Chi soffre d’ansia è bloccato in meccanismi e pensieri ripetitivi, non riesce ad elaborare, perde la lucidità e vede ogni evento e situazione in forma negativa.

La medicina classica suddivide i disturbi d’ansia in rigide classificazioni valutando la terapia sulla base dei sintomi. L’omeopatia individua invece le personalità, il quadro psicologico che identifica il disturbo d’ansia come un messaggio di dolore, una richiesta d’aiuto del paziente. Per questo può essere un prezioso aiuto per contrastarlo.

Ignatia amara rappresenta uno dei più importanti ansiolitici omeopatici. E’ indicata per chi ha subito traumi affettivi, distacchi dolorosi. È utile dopo delusioni sentimentali, stress emotivi, cattive notizie. Chi trova giovamento con Ignatia sospira in continuazione, si sente stanco, debole e apatico, soffre di palpitazioni, sensazione di nodo in gola, insonnia, diarrea, disturbi gastrici. La sua caratteristica sono i sintomi contraddittori e le oscillazioni d’umore.

Ypsiloheel N compresse è un rimedio complesso indicato in caso di ipereccitabilità del sistema nervoso vegetativo e sintomi che ne risultano, come per esempio mal di testa, palpitazioni, stati ansiosi, disturbi del sonno e disturbi digestivi di origine nervosa.

Anche Datif pc è un rimedio complesso, contenente diversi principi attivi utili per la terapia degli stati ansiosi ed emotivi e l’insonnia passeggera. E’ indicato sia nell’adulto sia in età pediatrica.

Bibliografia: www.lanostrasalute.it– www.tantasalute.it – www.benessere.com – www.amicafarmacia.com


                                              

Farmacia 3.0 – Rubrica a cura del dott. Alberto Di Muria  



































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*