Farmacia 3.0 – Belladonna, la Tachipirina naturale Rubrica a cura del dott. Alberto Di Muria



























L’inverno ormai dispiega in pieno i suoi effetti, il freddo condiziona le giornate e, inevitabilmente, ricompaiono le malattie da raffreddamento con il loro strascico di febbre, raffreddori, tosse, mal di gola, che colpiscono tutti ma soprattutto i soggetti più deboli, quali gli anziani e, soprattutto i nostri bambini.

Si ricorre così ai classici rimedi, in primis il paracetamolo, la diffusissima Tachipirina. Questo farmaco, però, pur essendo in generale efficace e ben tollerato, non sempre è privo di effetti collaterali e, in più, non sempre funziona. In questi casi la medicina ci viene incontro con un rimedio omeopatico di grande tradizione e che vanta molti studi di efficacia: la Belladonna.

La Belladonna è un rimedio omeopatico utile contro febbre e raffreddore, mal di gola e malattie esantematiche dei bambini. La febbre in realtà ha lo scopo di creare un ambiente sfavorevole alla proliferazione batterica e di attivare le difese immunitarie. La medicina tradizionale, con i comuni antipiretici, insegna ad abbassare molto rapidamente la temperatura corporea, ostacolando così un importante meccanismo di difesa dell’organismo. La cura omeopatica, invece, cerca di stimolare le nostre capacità difensive. Belladonna è il rimedio adatto per tutti i problemi in cui caldo, rossore e bruciore sono i tre grandi sintomi più comuni.









Si tratta di malattie con congestione localizzata o generalizzata i cui sintomi compaiono in modo acuto, improvviso e violento, accompagnati dall’arrossamento, da sensazione di calore, bruciore e dolore pulsante, spesso da febbre a volte accompagnata da delirio e allucinazione.

Si usa Belladonna in genere per l’apparato respiratorio, in caso di malattie quali raffreddore, tosse, influenza o febbre e disturbi che riguardano la gola, se è secca, arrossata, con deglutizione difficile, per le orecchie, in caso di otite, dolore, parotite e in caso di congiuntivite agli occhi. In tutti i casi si usa la Belladonna a basse diluizioni.

Occorre ricordare che comunque questi rimedi vanno assunti solo se consigliati da un farmacista esperto in omeopatia.

Bibliografia: www.my-personaltrainer.it – www.omeopatiaesalute.it – www.cure-naturali.


Farmacia 3.0 – Rubrica a cura del dott. Alberto Di Muria

































Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*