Momenti di grande emozione quelli vissuti ieri a Sant’Arsenio in occasione della celebrazione dei 60 anni dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Mons. Antonio Sacco”.

“L’Istituto come risorsa del territorio”: questo è il titolo del convegno che ha riunito nell’Aula Magna alunni ed ex alunni oltre ai docenti che hanno lavorato e lavorano al “Sacco”.

I saluti iniziali sono stati affidati alla Dirigente scolastica Rosaria Murano, agli ex Dirigenti Francesco Stabile e Cono Alberto Rossi e al primo cittadino Donato Pica.

Con molto piacere ho incontrato tanti ex alunni e tanti docenti – commenta Stabile – In questa scuola sono stato docente e Dirigente Scolastico. Vedo molti alunni che ricordano con tanto entusiasmo gli anni passati qui e molti di loro si sono affermati. E’ una scuola che vale ecco perché mi dolgo di non aver frequentato come alunno questo Istituto”.

Il Dirigente ha consegnato una targa in ceramica che rappresenta lo stemma dell’IPSAR e alcuni volumi per la biblioteca. E’ stato inoltre presentato il giornalinoLe voci del Sacco” realizzato dagli alunni.

“E’ difficile dover esprimere quelli che sono i sentimenti che ho verso questa scuola – dichiara Michele Albanese, Direttore Generale della Banca Monte PrunoCi troviamo a celebrare i traguardi di un Istituto importante che ha segnato la storia del territorio. Dieci anni fa festeggiavamo il 50esimo anniversario e già immaginavamo il futuro come potesse essere. Sicuramente ci siamo superati e sono stati anni di intenso lavoro. Questo è un punto fermo, un luogo dove i ragazzi crescono e sviluppano amicizie, conoscenze e interessi. Considerare l’Istituto come risorsa del territorio vuol dire ritenere questa scuola un valore aggiunto”.

La stessa emozione nel rivivere ricordi indelebili è stata condivisa anche dalla dottoressa commercialista Maria Consiglia Viglione che ha sottolineato l’importanza di questa scuola sul territorio e per il futuro dei suoi studenti.

Sono intervenuti Valentino Di Brizzi, presidente dell’Associazione Imprenditori Vallo di Diano, Antonio Caggiano, funzionario tributario e già direttore dell’Agenzia delle Entrate Vallo della Lucania, Franco D’Amato, delegato Assoretipmi Salerno, Giuseppe Crisci, Revenue Specialist, Antonio Wancolle, ragioniere e studente iscritto al primo anno della nascita del “Sacco” e don Luigi Terranova in rappresentanza della Diocesi di Teggiano-Policastro.

L’evento si è concluso con la magnifica esibizione del Coro “Amici della Musica”, diretto dalla Maestra Viviana Palladino.

– Annamaria Lotierzo –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*