Il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha firmato un’ordinanza che riguarda ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica. Ricordiamo che la Basilicata per la prossima settimana, come disposto dalla Cabina di Regia, rimarrà in Zona Arancione con un Rt pari a 1.24.

Dal 26 aprile al 31 luglio devono essere garantiti i servizi di Trasporto pubblico locale così come previsto dai contratti di servizio con gli Enti affidanti competenti attualmente in esecuzione, per il cui esercizio deve essere rispettato un coefficiente di riempimento dei mezzi non superiore al 50% dei posti consentiti dalla carta di circolazione dei mezzi stessi. I servizi da e verso tutte le aree industriali della regione in cui vi sono stabilimenti produttivi in attività devono essere effettuati dal COTRAB sulla base dei programmi di esercizio di cui ai contratti di servizio provinciali attualmente in esecuzione, opportunamente adattati anche in relazione all’effettiva pianificazione produttiva della FCA di San Nicola di Melfi, potenziando le corse dei servizi nel rispetto del coefficiente di riempimento massimo del 50% dei posti consentiti dalla carta di circolazione dei mezzi stessi.

Il COTRAB è tenuto a garantire con le stesse modalità i servizi di trasporto pubblico da e verso tutte le aree industriali della regione:
• Linea Ferrandina – Pisticci – Viggiano Zona Industriale;
• Linea Irsina-San Nicola di Melfi-Crob Rionero;
• Corse automobilistiche Avigliano – San Nicola di Melfi, previste in parallelo con la linea n.265 del contratto di servizio provinciale, con capolinea ad Avigliano e ritorno;
• Corse automobilistiche sulla relazione Lagopesole-San Nicola di Melfi in andata e San Nicola di Melfi- San Nicola di Pietragalla al ritorno, a completamento della linea n. 266 del contratto di servizio provinciale;
• Linea Potenza – Viggiano (Centro Oli) con percorso Potenza-Brienza- Autostazione Paterno/Galaino-Viggiano (Centro Oli) e viceversa.

Dal 26 aprile vi sarà la ripresa delle attività didattiche in presenza negli istituti scolastici secondari superiori nella percentuale del 75% secondo le modalità stabilite dalla presente ordinanza e fino alla chiusura delle attività scolastiche. Il COTRAB, la Società ferroviarie Ferrovie Appulo Lucane srl (FAL srl), Trenitalia SpA e i Gestori dei servizi comunali sono obbligati a svolgere i servizi di TPL scolastici di cui ai contratti di servizio in esecuzione e i potenziamenti dei servizi già istituiti. Le ulteriori corse di potenziamento scolastiche saranno progressivamente attivate sulla base delle disponibilità di mezzi reperibili sul mercato e comunque in base alle effettive necessità riscontrabili dai dati di monitoraggio delle frequentazioni registrate, sino al raggiungimento del numero massimo di corse aggiuntive per l’ipotesi di didattica in presenza al 75%. Tutte le corse, sia quelle ordinarie sia quelle di potenziamento, devono essere svolte tenendo conto di un coefficiente di riempimento massimo dei mezzi del 50% dei posti consentiti dalla carta di circolazione dei mezzi. Tutti gli altri servizi devono essere effettuati dal COTRAB sulla base dei programmi di esercizio di cui ai contratti di servizio provinciali attualmente in esecuzione, potenziando le corse dei servizi nel rispetto del coefficiente di riempimento massimo del 50% dei posti consentiti dalla carta di circolazione dei mezzi.

Le Società Trenitalia SpA e Ferrovie Appulo Lucane srl svolgono tutti i servizi ferroviari ed automobilistici garantendo il rispetto delle misure specifiche per il settore del trasporto pubblico locale e potenziando i servizi nel rispetto del coefficiente di riempimento massimo del 50% dei posti consentiti dalla carta di circolazione dei mezzi. Per i servizi di TPL esercitati su ferro deve essere rispettato un coefficiente di riempimento dei treni pari al 50% dei posti omologati, con l’occupazione prioritaria dei posti a sedere.

I Comuni titolari di servizi di trasporto pubblico locale comunale/urbano procedono alla verifica che i servizi di competenza siano esercitati da parte dei rispettivi gestori nel rispetto dell’ordinanza, tenendo conto dell’organizzazione della didattica in presenza degli istituti secondari superiori pari al 50% e impartendo le doverose disposizioni ai gestori dei servizi affinché sui mezzi di Tpl urbano sia rispettato un coefficiente di riempimento complessivo (posti a sedere + posti in piedi) che non superi il 50% dei posti consentiti dalla carta di circolazione dei mezzi stessi.
Le Amministrazioni comunali svolgono i necessari controlli riscontrando, mediante opportune verifiche, l’effettivo affollamento sulle linee di trasporto pubblico locale di competenza, anche avvalendosi delle Forze di Polizia locali.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*