L’intera Provincia di Salerno si caratterizza per una forte vocazione agricola. Tutte le tipologie di coltivazioni sono ammesse nel nostro territorio benedetto dalla natura. Dalle coltivazioni orticole a quelle intensive, dai grandi volumi della Piana del Sele e dell’Agro Nocerino Sarnese, ai prodotti di nicchia quali il fagiolo di Controne, il pomodoro San Marzano, l’Olio delle Coline salernitane, il broccolo di Sala Consilina, e altri”.

Così Donato Pica, sindaco di Sant’Arsenio, già consigliere regionale campano dal 2007 al 2015. Pica si è sempre schierato al fianco di questo patrimonio della regione non solo economico ma anche culturale guardando alla salvaguardia delle tipicità agricole ma anche all’innovazione tecnologica finalizzata ad ottenere maggiore produttività ed esaltazione della qualità dei tanti prodotti della provincia di Salerno.

Al fine poi di recuperare i numerosi terreni incolti, l’11 ottobre 2012 Pica ha presentato in Consiglio Regionale campano la Proposta di Legge “Valorizzazione Dei Beni a Vocazione Agricola di Proprietà o Disponibilità della Regione” poi diventata legge e finalizzata a concedere a titolo gratuito terreni incolti di proprietà pubblica.

Con queste premesse Donato Pica, candidato al Consiglio regionale campano nella circoscrizione salernitana, ha senza indugio aderito al Manifesto Programmatico dei giorni scorsi di Coldiretti Campania intitolato “L’agricoltura che vogliamo 2020/2025″.

– spazio elettorale autogestito –

 

 

 

 

 

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*