Un 29enne marocchino è stato arrestato ieri sera ad Eboli per aver sequestrato e abusato della sua ex compagna, 26enne sempre di origini marocchine, per circa 15 giorni.

La donna, dopo aver scoperto che il 29enne era sposato in Marocco, ha messo fine alla loro relazione. Decisione non accettata di buon grado dal marocchino che pare si sia presentato a casa della ex minacciandola con un coltello e costringendola a seguirlo in un appartamento a Battipaglia, dove è stata segregata e abusata per quindici giorni.

La 26enne soltanto ieri sera è riuscita a scappare con una scusa, ma subito dopo è stata raggiunta dall’uomo che l’ha aggredita con l’intento di farla salire in macchina.

Fortunatamente una pattuglia di Carabinieri presente in zona ha fermato l’uomo e perquisito la sua abitazione, trovando così il coltello e i documenti della donna.

Il marocchino è finito agli arresti domiciliari e la sua ex compagna si trova in una comunità protetta.

– Chiara Di Miele – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.