Ieri sera ad Eboli i Carabinieri della locale Compagnia, diretti dal Tenente Luca Geminale, hanno arrestato in flagranza di reato due marocchini responsabili di lesioni personali aggravate in concorso ai danni di un loro connazionale.

Quest’ultimo si è presentato alla Stazione dei Carabinieri di Santa Cecilia con una profonda ferita da arma da taglio al volto riferendo che poco prima, in località Lido Lago, due persone che lui conosceva, armate di un grosso coltello, lo avevano aggredito provocandogli la ferita al volto e fuggendo a bordo di una Fiat Panda.

Dopo le cure del caso la vittima ha riconosciuto gli autori dell’aggressione nei fratelli Anime e Abdelfattah Barkai, rispettivamente di di 23 e 21 anni.










Avviate immediatamente le ricerche, i due sono stati subito individuati e arrestati e, su disposizione del pm di turno, condotti ai domiciliari in attesa della convalida da parte del gip.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*