Doveva essere un banale intervento di alzamento dei glutei invece è finito in tragedia per Maria Teresa Avallone, 39enne originaria del Salernitano.

La donna, da tempo residente a Desio, in provincia di Monza, è morta dopo tre giorni di coma.

Sul decesso è stata aperta un’inchiesta da parte della Procura della Repubblica di Monza. L’ipotesi di reato al momento è quella di omicidio colposo.

A finire sul registro degli indagati è stato il medico che doveva effettuare l’intervento. Qualche giorno fa, la 39enne si è recata in uno studio di chirurgia estetica di Seregno per sottoporsi a un intervento di chirurgia finalizzato a rimodellare i glutei con la tecnica del “lipofilling” ma si sarebbe sentita male subito dopo l’iniezione dell’anestetico.

Immediata la corsa presso l’ospedale “San Gerardo” di Monza dove la donna è giunta in arresto cardiocircolatorio ed è morta dopo alcuni giorni di agonia. La famiglia ha scelto di donare gli organi della 39enne.

Maria Teresa Avallone era impiegata all’ospedale “San Raffaele” di Milano come amministrativa e viveva al Nord da diversi anni.

– Claudia Monaco –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*