Foto ansa

“Vi chiediamo scusa a nome di chi non ha tenuto un comportamento consono alla grazia sacramentale ricevuta in abbondanza, procurando in voi  turbamento e scandalo“.

Lo ha riferito oggi il Vescovo di Tursi-Lagonegro, S.E. Monsignor Vincenzo Orofino, all’omelia della messa crismale celebrata nella cattedrale di Tursi, in provincia di Matera.

Il vescovo si riferiva al recente scandalo dei sacerdoti i cui nomi sono apparsi nello scabroso dossier dei preti gay che l’escort Francesco Mangiacapra ha consegnato nel febbraio scorso alla curia di Napoli, in cui compaiono i nomi di alcuni sacerdoti della diocesi tursitana.

Nella vicenda, sono finite diverse Diocesi italiane, tra cui anche quella di Teggiano- Policastro.

– Claudia Monaco –


  • Articolo correlato:

25/02/2018 – Chat erotiche e omosessualità. 7 preti della Diocesi di Teggiano-Policastro nel dossier di Mangiacapra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano