Con il Decreto Rilancio è stata prevista un’indennità per i liberi professionisti con partita IVA, compresi partecipanti a studi associati/società semplice, i collaboratori coordinati e continuativi e i lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali. Per beneficiare del bonus sarà necessario dimostrare una riduzione di almeno il 33% del reddito relativo al bimestre Marzo-Aprile 2020 rispetto al reddito dello stesso bimestre 2019.

Le indennità non concorrono alla formazione di reddito ai fini fiscali. Le indennità non sono cumulabili con il Reddito di Emergenza, con l’indennità per i domestici, con l’indennità per gli sportivi, con il Reddito di Cittadinanza, ma ne possono produrre un incremento fino all’importo dell’indennità.

I liberi professionisti con partita IVA attiva alla data del 19 maggi, compresi i partecipanti agli studi associati o società semplici, per ricevere il bonus di 1000 euro devono obbligatoriamente presentare la domanda anche se hanno già fruito dell’analogo bonus per i mesi di marzo e aprile.

La domanda va presentata in via telematica all’INPS utilizzando la procedura disponibile dallo scorso 19 giugno.

Per info: www.studioviglionelibretti.it – info@studioviglionelibretti.it

Telefono: 0975/399004  Cellulare: 338/8122100

Vai alla RUBRICA DEL CONSULENTE – a cura dello Studio Viglione Libretti –

PUBBLIREDAZIONALE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*