Oggi il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca è intervenuto nella consueta diretta del venerdì pomeriggio per parlare dei contagi, delle vaccinazioni e dell’ultima ordinanza natalizia.

“Aumenta la diffusione del Covid ad un ritmo impressionante – spiega – siamo di fronte ad una fiammata del contagio. La variante Omicron è particolarmente aggressiva per la popolazione più giovane.  Abbiamo i dati scientifici che ci dicono che il vaccino ci protegge fortemente: sono incontestabili. Intanto ho dato mandato ai Direttori Generali di riattivare i posti di Terapie Intensiva a cominciare dagli ospedali modulari che abbiamo realizzato”.

“L’alternativa alla responsabilità è la chiusura di tutto – aggiunge – Se perdiamo la testa nella settimana dalla vigilia di Natale a Capodanno, noi perdiamo gli sforzi di questi mesi e a metà gennaio dovremo richiudere bar, ristoranti, negozi, palestre, cinema e teatri: diventerà inevitabile. Tutto rimarrà aperto se saremo responsabili. Nessuna festa in piazza, tantomeno a Capodanno perché i controlli sono impossibili. Questa ordinanza ha l’obiettivo di salvaguardare salute, economie e scuole”.

De Luca ha sottolineato che la sua ultima ordinanza, che vieta nel periodo natalizio la consumazione di cibo e alcol in strada, “non è certo una ghigliottina ma è il minimo che potevamo fare”.

“Rivolgo un appello a miei concittadini – ha detto poi – per cortesia non guardate le trasmissioni tv che hanno per oggetto il Covid, cambiate canale. Siamo in un periodo festivo: troverete su qualche canale la riproposizione di tanti film che ci fanno sorridere, divertire, non ci danno fastidio. Evitate i pollai televisivi. Continua questa maledetta abitudine di promuovere la rissa tv per fare un po’ di ascolti. Per l’amor di Dio cambiate canale e parlate con i pediatri, i medici, con serenità, proponete i dubbi senza preoccupazione ma parlate con chi ha competenza non con gente che non capisce niente”.

Ha poi aggiunto che ieri è iniziata la vaccinazione dei bimbi di età tra i 5 e gli 11 anni: Credo di poter dire che registriamo risultati molto incoraggianti. Non abbiamo avuto molte prenotazioni fino a ieri ma le vaccinazioni hanno registrato un risultato importante. Solo ieri sono stati vaccinati 2mila bimbi di questa fascia d’età ed è molto significativo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano