Giungono precisazioni da parte della Regione Campania in merito all’ultima ordinanza emanata ieri e relativa alla chiusura di piazze, lungomari ed aree mercatali.

Riguardo alla chiusura dei mercati il Presidente De Luca ha precisato che dalle ore 15 di sabato 13 marzo è sospeso lo svolgimento di fiere e mercati per la vendita al dettaglio, “anche con riferimento alle attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici”.

Le attività dirette legate alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici nei mercati erano consentite sull’intero territorio regionale come disposto dall’ultimo DPCM del 2 marzo. La Regione, invece, ha ristretto ulteriormente sospendendo tutti i mercati settimanali.

Nel testo reso noto ieri, invece, la chiusura scattava il 12 marzo. Gli operatori economici, infatti, hanno rappresentato l’impossibilità di commercializzare entro questa data le derrate fresche già acquistate o impegnate ed hanno pertanto chiesto di valutare uno spostamento dell’entrata in vigore della misura.

Viene confermata “per la durata prevista dall’Ordinanza regionale n.7/2021 (11 marzo 2021- 21 marzo 2021) la chiusura al pubblico, salvo che nella fascia oraria 7,30/8,30, dei parchi urbani, ville comunali, giardini pubblici, lungomari e piazze con la precisazione che sono consentiti esclusivamente l’accesso e il transito motivati da comprovate esigenze di lavoro o di necessità ivi comprese quelle collegate all’accesso agli esercizi commerciali aperti e alle abitazioni private”.

– Claudia Monaco –


  • Articolo correlato:

10/03/2020 – Covid-19. De Luca chiude parchi, ville, giardini e piazze. Vietati mercati e fiere

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*