Intensa l’attività di antiborseggio e antiabusivismo da parte degli uomini della Polfer.

Nel corso dell’estate gli uomini del Compartimento Polfer per la Campania hanno identificato e controllato oltre 11.000 persone, effettuando servizi di prevenzione e sicurezza sia a bordo dei treni che nelle principali stazioni ferroviarie della Campania, tra le quali Napoli Centrale, Salerno, Agropoli, Battipaglia e Sapri.

Sono stati impiegati quotidianamente centinaia di uomini, tra agenti del Settore Polfer di Napoli Centrale, della Squadra Giudiziaria, della Squadra Amministrativa e della Squadra Informativa, nonché i poliziotti delle varie Sottosezioni e Posti Polfer della Polizia di Stato. Particolarmente intensa è stata l’attività antiborseggio e antiabusivismo.

Importante anche l’aiuto da parte dell’Esercito nell’operazione Strade Sicure, dislocato a tutela degli obiettivi sensibili come la Stazione delle Ferrovie di Napoli Centrale. I poliziotti hanno effettuato continui servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in genere.

Notevole l’afflusso dei viaggiatori a bordo dei treni durante il periodo estivo per raggiungere le mete di vacanza, motivo per il quale sono stati intensificati i controlli anche a bordo dei treni. Sono state impiegate 3.157 pattuglie in stazione e oltre 800 a bordo treno. Nell’intero arco temporale sono stati scortati 1.769 convogli ferroviari. Sono stati inoltre predisposti 367 servizi antiborseggio in abiti civili sia negli scali che sui convogli.

Durante le attività di controllo ordinario e straordinario sia delle stazioni ferroviarie che a bordo dei treni, infatti, i poliziotti hanno così identificato e controllato oltre 11.000 persone. L’attività dei poliziotti ha soprattutto permesso di denunciare 91 persone, di cui 23 stranieri e di arrestarne 21, 15 dei quali stranieri.

Intensa anche l’attività di prevenzione e contrasto al fenomeno dell’abusivismo: tassisti senza regolare permesso, venditori di calzettoni e di generi alimentari, questuanti nelle stazioni e a bordo dei treni. Durante il periodo estivo, i servizi appositamente predisposti per garantire un’efficace attività di prevenzione e di contrasto al fenomeno dell’abusivismo hanno portato a ben 463 contravvenzioni per inottemperanza al Regolamento Ferroviario ( D.P.R. 753/80), al Codice della Strada e ai Regolamenti Comunali. Numerosi i sequestri amministrativi di merci, anche contraffatte.

– Tania Tamburro – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.