Nella settimana appena trascorsa sono stati intensificati i controlli alla movida in relazione all’emergenza Covid.

L’attuale permanenza in Zona Bianca, con l’abolizione degli orari fissati per il coprifuoco, ha consentito una maggiore libertà di movimento nelle aree urbane, in particolar modo nelle zone di ritrovo dei giovani.

Le Forze dell’Ordine hanno controllato al fine di limitare gli assembramenti anche provocati dalla consumazione di cibi e bevande all’aperto. Controlli, inoltre, per arginare il commercio ambulante abusivo sul Lungomare Trieste.

Il coordinamento tra la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Polizia Provinciale, le Polizie Locali ed i militari dell’Esercito Italiano ha consentito di dare piena attuazione all’ordinanza disposta dal Questore a seguito delle indicazioni emerse in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto di Salerno.

Particolare attenzione è stata rivolta al controllo degli esercizi pubblici e degli apparecchi automatici del capoluogo per evitare il consumo di alcolici oltre l’orario consentito e la distribuzione di bevande ai minori.

All’esito dei servizi predisposti sono stati conseguiti i seguenti risultati:

  • 7000 persone controllate
  • 4128 veicoli controllati
  • 1144 esercizi pubblici controllati
  • 2 persone sanzionate per violazione della quarantena
  • 3 titolari di esercizi pubblici sanzionati per aver violato il divieto di somministrazione oltre l’orario consentito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.