E’ stato sottoscritto questa mattina, in Prefettura a Potenza, il protocollo d’intesa denominato “Mille Occhi sulle Città”, che prevede azioni per il contrasto dei reati di criminalità diffusa, per la sicurezza urbana e decoro dei Comuni.

16 i Comuni del Potentino che fanno parte del protocollo tra cui Baragiano, Brienza, Muro Lucano, Picerno, Sasso di Castalda, Satriano di Lucania, Savoia di Lucania, Sant’Angelo Le Fratte e Tito. Primo firmatario del protocollo è stato Dario De Luca, sindaco di Potenza.

Si tratta di un’iniziativa voluta fortemente dagli amministratori locali. Il documento sancisce l’accordo da parte di tutti i sottoscrittori di voler concorrere a sviluppare un sistema di sicurezza urbana con l’obiettivo di prevenire e contrastare i fenomeni di criminalità diffusa e predatoria. In sintesi, prevede lo scambio di informazioni tra istituti di vigilanza privati e forze dell’ordine, per contrastare ogni tipo di reato, interconnessione delle sale operative delle forze dell’ordine e aggiornamento professionale per tutte le forze di polizia.

Presenti alla sottoscrizione del protocollo il Prefetto di Potenza, Giovanna Stefania Cagliostro, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Gianluca Dinoi, il Comandante provinciale dei Carabinieri Daniele Scardecchia, insieme ai 16 sindaci lucani, alle forze di Polizia e ai rappresentanti dei 6 istituti di vigilanza lucani che hanno aderito.

Nei giorni scorsi, sempre in Prefettura, si è svolto un incontro con il Prefetto alla presenza dei Sindaci di Brienza e della Alta Val d’Agri, per fare il punto della situazione sui furti denunciati nell’ultimo periodo e per decidere le azioni da mettere in campo.

– Claudio Buono –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano