I Carabinieri del Comando Provinciale di Potenza, oltre alle attività di controllo del territorio finalizzate, tra l’altro, a verificare il rispetto dei provvedimenti governativi per contenere la diffusione del Coronavirus, stanno rivolgendo maggiore attenzione a coloro che, dovendo rimanere a casa, trascorrono molto tempo connessi alla rete, per le più diverse esigenze, risultando esposti a possibili contatti con malintenzionati, di cui potrebbero divenire vittime di reati informatici.

I Carabinieri del Comando Provinciale di Potenza, infatti, hanno denunciato diverse persone che hanno commesso truffe online nel Potentino.

In particolare un’episodio è stato registrato a Bella. Un 19enne del napoletano, dopo avere inserito un annuncio su Facebook per la vendita di una bicicletta elettrica, poi rivelatosi falso, ha indotto la vittima, di Bella, ad accreditare sulla sua carta Postepay la somma di 300 euro, omettendo la spedizione del prodotto. Il 19enne, dopo essere riuscito ad hackerare l’account Facebook dell’interessato, l’ha utilizzato per inserire altre inserzioni di vendita di vari oggetti, costringendo quest’ultimo, una volta accortosi dell’accaduto, a bloccare la propria registrazione sul social network. Il truffatore è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

I cittadini coinvolti in situazioni simili possono rivolgersi alle Stazioni dei Carabinieri o inviare segnalazioni al Numero Unico di Emergenza “112” dell’Arma, così da consentire di poter avviare investigazioni tempestive e risolutive utili per poter risalire ai responsabili dei reati.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*