Gian Maria Sainato, modello e fashion blogger di Sapri, non è nuovo alle pagine di Ondanews e, da pochi giorni, anche a quelle di Lampoon, il magazine indipendente di moda. Ha infatti posato per uno speciale editoriale dinanzi all’obiettivo fotografico di Luigi Miano a cui la rivista ha chiesto di raccogliere gli scatti dei “lampooners“, personaggi che brillano ognuno per le proprie doti. Tra questi Arisa, Maria Sole Brivio Sforza, Federico Russo, Erica Pelosini, Fiammetta Cicogna, Margherita Puri Negri e, appunto, Gian Maria Sainato.

Ritratti su lastre metalliche, simili all’argento dei gioielli Tiffany & Co. che i personaggi indossano sul set fotografico, che saranno pubblicati su Lampoon.it ed esposti il 3 settembre nel Palazzo Pisani Moretta sul Canal Grande durante il Gala dedicato alla luce, nell’ambito del Festival del Cinema di Venezia.

Lampoon, diretta da Carlo Mazzoni e caratterizzata per la serietà con cui ricerca e sperimenta stili e mode, è un altro dei grandi traguardi raggiunti da Gian Maria che, partito da Sapri con la sua disarmante bellezza, la giusta dose di simpatia e tanta voglia di successo, ha incantato Milano, ha aperto un fashion blog tra i più seguiti, ha collaborato con Panorama, ha partecipato a tutte le puntate del programma “Grand Hotel Chiambretti” e ha conquistato importanti copertine, tra cui quelle di Vogue ed ELLE, oltre che prestigiose passerelle.

Ora è il momento della sua “colazione da Tiffany“, insieme ad altri grandi della moda e dello spettacolo, che lo condurrà ad uno tra i Festival del cinema più noti al mondo. Un cammino in crescendo quello di Gian Maria, animato da uno spirito intraprendente e dal desiderio di affermarsi sempre più, come solo i giovani di questa terra sanno fare, senza mai dimenticare il brillante mare della sua Sapri e gli affetti.

Per vedere il video Keep On Shining con Gian Maria clicca QUI .

– Chiara Di Miele – 


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano