In merito alla chiusura temporanea del traffico veicolare della S.P. 175 al km. 3+250, in corrispondenza del ponte sul Torrente Asa di Pontecagnano Faiano, stabilita con ordinanza del Dirigente del Settore Viabilità e Trasporti della Provincia di Salerno n. 628 del 29 novembre, il Presidente Michele Strianese precisa che l’interruzione si è resa necessaria al fine di svolgere le opportune indagini per la valutazione di sicurezza strutturale. La chiusura è prevista per circa un mese e nel frattempo è consentito il transito ciclopedonale sul ponte in legno posto parallelamente a valle del ponte stesso.

Capiamo assolutamente il disagio a cui sono costretti i cittadini della zona – dichiara Strianese – ma noi abbiamo il dovere di garantire una mobilità sicura innanzitutto. Sarà nostra cura e impegno ripristinare nel più breve tempo possibile il traffico regolare sulla SP 175, all’altezza del ponte Asa a Pontecagnano Faiano. Ovviamente stiamo tempestivamente provvedendo a intercettare le risorse economiche necessarie e proprio in queste ultime ore abbiamo ricevuto precise garanzie da parte dalla Regione Campania. Sarebbe bello poi, in una società ideale, poter contare sul rispetto e sulla fiducia fra le parti, sulla condivisione e solidarietà reciproca e lottare uno a fianco all’altro per tutelare diritti fondamentali e beni comuni. La Provincia di cui ho l’onore di essere Presidente si muove con questa visione, fin dall’inizio del mio mandato ho voluto visitare i cantieri e monitorare i lavori per essere più vicino possibile alle esigenze delle comunità e i cittadini hanno da subito risposto con altrettanta vicinanza e fiducia nell’istituzione che rappresento. Ogni tanto qualcuno sente la necessità di essere contro, oggi per esempio l’accusa è che la Provincia non ha i soldi per la ricostruzione del Ponte Asa, temporaneamente chiuso. Quando una riforma scriteriata ha devastato le Province in Italia, togliendo risorse economiche e umane, nessuna anima bella ha alzato la voce in difesa dei cittadini dei nostri territori. Nessuno si è indignato sul fatto che ci venivano tolte le risorse lasciandoci però le funzioni fondamentali di pianificazione del territorio, trasporti pubblici, edilizia scolastica, costruzione e gestione della rete stradale provinciale“.

Strianese, duramente, precisa che “la Provincia, per ora, i soldi non li fabbrica. Riusciamo a tamponare sulla necessità di interventi urgenti per la messa in sicurezza dei nostri territori solo grazie al fondamentale sostegno economico della Regione Campania, che ci permette di intervenire su strade e scuole. Senza questo aiuto saremmo paralizzati e per questo non finirò mai di ringraziare il Presidente Vincenzo De Luca. Per fare un esempio sullo stato delle cose che è tale per tutte le Province italiane, la rete viaria provinciale sul territorio nazionale è grande quasi sette volte la rete statale delle autostrade, solo che a noi viene finanziata con un decimo delle risorse“.

Quindi, – conclude – ribadendo che siamo molto attenti ai disagi che si sono venuti a creare per i cittadini, per gli operatori economici, stiamo provvedendo a recuperare i fondi necessari per avviare i lavori in questione nel più breve tempo possibile. I soldi ci sono, si è impegnata con noi, ancora una volta, la Regione Campania”.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*