“Il dato negativo è che si è praticamente bloccata la campagna di vaccinazione. Oggi in Campania facciamo in media 17mila vaccinazioni al giorno. Si fa fatica anche per la terza dose. Una ripresa della campagna vaccinale non c’è stata neanche con le decisioni prese relativamente al Green pass. In Campania ci sono tante persone che lavorano in nero e non hanno il problema della sospensione della retribuzione se non si vaccina, così come i percettori del Reddito di Cittadinanza. Chi ha il Reddito non ha nessuna preoccupazione di perdere la retribuzione se non si vaccina”.

A dichiararlo è il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nella consueta diretta settimanale su Fb.

Secondo il Presidente al momento i dati della pandemia da Covid in Campania sono rassicuranti: “Non registriamo picchi di contagio, c’è un livello ancora elevato di mortalità ma non abbiamo ingolfamento dei reparti ospedalieri o delle terapie intensive. Dopo la prima settimana dall’inizio dell’anno scolastico non abbiamo registrato fenomeni particolarmente preoccupanti, dovremo aspettare altre due settimane per un quadro di maggiore certezza ma ad oggi il quadro è rassicurante”.

La situazione è migliorata – ha poi affermato – e questo spinge a prendere tempo. C’è gente che si gode la situazione di relativa tranquillità ed evita di vaccinarsi e poi c’è gente vittima di una campagna di disinformazione vergognosa, irresponsabile, incivile e neo-medievale. Siamo veramente alla stregoneria dei tempi del Medioevo: le cose più stupide sconcertanti, le invenzioni più inimmaginabili. Spero non ci siano ricadute pesanti sull’obbligo di vaccinazione per i bambini. In Campania qualche anno fa eravamo scesi sotto l’80%: abbiamo dovuto fare uno sforzo enorme per arrivare al 95%, ossia una soglia di sicurezza. Stiamo parlando di vaccino contro la meningite, il tetano, il morbillo, la difterite. Mi auguro che questa campagna demenziale non abbia ricadute pesanti. Se poi abbiamo deciso di far ritornare la poliomielite, beh, più che mettere in guardia le famiglie non possiamo fare. Vi prego di aprire la testa e gli occhi”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano