Il Consiglio regionale della Campania ha approvato con 43 voti favorevoli l’esame del disegno di legge “Sostegno alle famiglie numerose: detrazioni per figli fiscalmente a carico. Variazione al Bilancio di previsione 2022-2024. Ulteriori disposizioni”, proposta dall’assessore al Bilancio Ettore Cinque.

Per avere diritto alla detrazione sull’addizionale regionale (IRPEF), a decorrere dall’anno d’imposta 2022, le famiglie con due o più figli dovranno avere un reddito non superiore a 28mila euro lordi. La detrazione sarà di 30 euro per ciascun figlio fiscalmente a carico.

Stesso limite di reddito anche per le famiglie con a carico figli portatori di handicap, la detrazione in questo caso sarà di 40 euro. Qualora l’imposta dovuta sia minore delle detrazioni previste non sorge alcun credito d’imposta.

La misura è stata licenziata la scorsa settimana dalla Commissione Bilancio presieduta da Franco Picarone.

Un’attenzione importante della Regione verso le oltre 400mila famiglie campane più fragili che ne beneficeranno. La manovra è di oltre 24 milioni di euro. Per metà è destinata a tali detrazioni e per ulteriore parte al caro bolletta energetica su depuratori e consorzi di bonifica – commenta – Lo avevamo deciso in occasione dell’approvazione della legge di stabilità nel dicembre scorso su indirizzo del Presidente De Luca. Il Movimento 5 Stelle ha lavorato fin da subito con la maggioranza, in aula consiliare e in commissione, sugli obiettivi di detrazione. Da esponenti del centro destra si è registrato un comportamento contraddittorio, di critica alla manovra e voto favorevole in aula. La stessa legge prevede anche la proroga della scadenza per il versamento dei diritti e dei contributi annui dovuti dai concessionari del settore termale al 30 luglio, in considerazione delle perduranti difficoltà degli operatori economici dovute alla pandemia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.