Il Valdiano, dopo il pari senza reti del turno precedente, anche questa volta sul campo amico di Casalbuono non va oltre il punto conquistato con la pericolante Costa D’Amalfi (1-1), che lascia molto amaro in bocca alla formazione cara al patron Carmine Cardinale.

La squadra, lamentando assenze pesanti nel reparto avanzato con Trimarco infortunato e Sorriso squalificato, ha soprattutto nella prima frazione mostrato evidenti limiti nella costruzione del gioco e poca cattiveria agonistica. Poi, nella ripresa, complice una direzione alquanto incerta che voluto due espulsioni (Abate e Gallo) decisioni affrettate e troppo punitive per i padroni di casa, ha finito per andare in bambola, tanto che la formazione costiera è riuscita a portarsi in vantaggio con Vigorito lasciato solo in area sugli sviluppi di un corner.

Il secondo rosso ha fatto temere il peggio per la truppa di Vincenzo Criscuolo, ma Robertiello e soci, forse punti nell’orgoglio hanno trovato la forza di reagire e con Siciliano, il migliore in campo, ha trovato dal dischetto il pareggio e, proprio nell’ultimo dei 6 minuti di recupero ha sfiorato la clamorosa rimonta, evitata solo da un intervento straordinario dell’ex di turno l’estremo difensore Faggiano, che ha mandato la sfera sul palo e salvato la sua porta evitando una sconfitta che avrebbe avuto il sapore della beffa con il doppio uomo in più.

A fine gara i dirigenti del Valdiano hanno puntato l’indice sulla terna arbitrale.

Una direzione davvero insufficiente – hanno detto in coro a fine gara i dirigenti del Valdiano puntando l’indice sulla terna arbitrale – lo testimoniano i due rossi affrettati e l’espulsione del nostro allenatore in seconda Torre, e dei tanti gialli comminati a senso unico in una partita sostanzialmente tranquilla. Nelle scorse settimane abbiamo avuto un incontro con i vertici del mondo arbitrale per avere una maggiore collaborazione ed evitare episodi spiacevoli, ma evidentemente il protagonismo di alcuni direttori di gara non riesce a correggersi. La presenza dell’organo tecnico che ha visto tutto speriamo possa servire a far migliorare qualcosa”.

Intanto domenica 25 febbraio, nella trasferta sul campo del fanalino Sant’Agnello sarà ancora emergenza formazione, per le assenze di Abate e Gallo che dovranno scontare la squalifica.

– Gerardo Lobosco –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*