cosimo_sibilia_figc_campaniaCosimo Sibilia è il candidato unico alla presidenza della Lega Nazionale Dilettanti (LND). E’ questo l’esito di quanto venuto fuori dall’ultimo consiglio della LND che lo ha indicato a ricoprire l’importante incarico.

Il tutto sarà ufficializzato dopo i consigli che ogni Comitato regionale dovrà tenere prima dell’assemblea nazionale in programma nel marzo del 2017.

Per il Presidente regionale del Coni e attuale Commissario Straordinario della Figc Campania si tratta di un grande riconoscimento per il lavoro svolto negli anni a favore dello sport e in partciolare  del calcio dilettantistico.

La decisione della  LND è stata accolta con grande favore da Sibilia: “Che la scelta sia ricaduta sul mio nome non può che rendermi orgoglioso. Evidentemente è stato valutato con favore il mio lavoro a favore del calcio dilettantistico. Ritengo inoltre che la scelta fatta dalla Lega sia un risultato di grande rilevanza per tutto il movimento del Sud Italia che, dopo l’esperienza avuta con Cosentino, può  proseguire con me”.

Sibilia, forte dell’esperienza maturata come Presidente del Comitato Campania e poi nella veste di Commissario, ha le idee chiare: “Nella nostra regione abbiamo lavorato bene per risollevare le sorti del comitato e intendo proseguire in questa direzione. E’ necessario avere un rapporto diretto con le società, cosa che non semplice visto l’elevato numero delle stesse, ma  assicuro come sempre il mio massimo impegno. Tra i punti del mio programma c’è quello della riduzione dei costi tagliando le spese superflue, così da gravare sempre meno sulle società.  Altro tema che mi sta particolarmente a cuore è il rilancio del settore giovanile e scolastico, negli ultimi anni un po’ trascurato”.

A chi gli chiede se il triplo incarico di Commissario, presidente del Coni e presidente di Lega non possa creargli problemi, Siblila risponde sicuro: “Le  cariche non sono incompatibili. Il mio secondo mandato,non rinnovabile, al Coni scade a febbraio mentre quello di commissario sarà svolto fino a quando non saranno risolte tutte le faccende in sospeso; finora abbiamo fatto tanto ma resta ancora qualcosa da completare. Il mio auspicio è che il tutto possa ultimarsi anche prima che scada il mio mandato commissariale, il 30 giugno 2017”.

– redazione –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.