Apertura delle buste della raccolta indifferenziata a Salerno, continua il fenomeno che, ormai da due anni, avviene puntualmente ogni lunedì sera“. A denunciare la vicenda è Francesco Pezzano, sindacalista della Fiadel provinciale e già responsabile sindacale unitario dei lavoratori di Salerno Pulita.

Siamo stanchi e delusi. Nonostante personalmente abbia sollevato la questione all’attuale Amministrazione comunale e direttamente all’Amministratore unico della Salerno Pulita, Antonio Ferraro, questo fenomeno è duro a morire – afferma Pezzano -. Viste le numerose segnalazioni dei cittadini, che riferiscono di questi episodi che avvengono dopo le 22 del lunedì sera, dunque in pieno coprifuoco, mi viene lecito chiedere come sia possibile che queste persone non vengano individuate. Ci tengo a precisare che, all’interno di Salerno Pulita, svolgo la mansione di addetto alla raccolta da quasi 15 anni e il 15 ottobre 2019, mentre effettuavo il mio lavoro, fui colpito dallo scoppio di una bomboletta spray conferita all’interno di un carrellato, che mi causò ustioni di primo grado al volto“.

In quella occasione Pezzano, nella stessa giornata, fu contattato dal sindaco Enzo Napoli, che ringrazia per essersi sincerato delle sue condizioni di salute.

Nel ringraziarlo – sottolinea –, gli chiesi una sola cosa: avviare una nuova campagna di sensibilizzazione per una corretta raccolta differenziata, visto che l’episodio che mi ha coinvolto era stato causato da una bomboletta che non doveva essere lì, ma bensì conferita nelle isole ecologiche. Sono ormai anni che noi operatori della raccolta differenziata siamo costretti, ogni martedì, a rimuovere vere e proprie discariche nei contenitori dell’indifferenziato. A conferma di tutto ciò la percentuale della raccolta differenziata è calata notevolmente negli ultimi anni“.

Il sindacalista Fiadel invita l’Amministrazione comunale di Salerno a mettere in campo, anche unitamente alla Prefettura, un piano straordinario di controllo sul territorio ogni lunedì sera.

Qualora martedì prossimo dovesse ripresentarsi lo stesso scenario, saremo pronti ad attuare tutte le iniziative del caso – conclude Pezzano – che nostro malgrado comporterebbero gravi disagi al servizio e all’intera comunità“.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*