Critico il Codacons verso la scelta del Governo di consentire alle famiglie di sfruttare il Bonus vacanze anche presso agenzie di viaggio e tour operator, misura che dovrebbe essere inserita nel Decreto legge “Sostegni bis”.

Tale provvedimento rischia di creare distorsioni nel mercato dei viaggi e delle vacanze a tutto danno dei consumatori – spiega il presidente Carlo RienziLe incognite di questa misura sono molteplici: gli operatori del turismo, ad esempio, potrebbero condizionare l’accettazione del bonus vacanze ponendo limiti e paletti agli utenti sulla durata dei soggiorni o sulla spesa minima oppure incrementare i costi dei pacchetti vacanza sfruttando la possibilità per i consumatori di avvalersi degli sconti del Governo”.

L’esperienza dello scorso anno, quando pochi albergatori hanno accettato il bonus vacanze e chi lo ha fatto ha imposto condizioni come un tetto di spesa minimo o soggiorni lunghi, ci porta ad essere estremamente critici verso tale misura che, se approvata, dovrà essere accompagnata da un attento monitoraggio del mercato” conclude Rienzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*