Mattinata nello stabilimento Treofan di Battipaglia per i lavoratori dell’azienda che hanno organizzato una manifestazione in occasione della Befana, per riportare al centro dell’attenzione la loro vertenza.

Il prossimo 1° aprile, infatti, scadrà la Cassa Integrazione e i dipendenti temono il licenziamento collettivo da parte della multinazionale indiana Jindal che più di un anno fa ha acquisito l’azienda e poi ha fermato la produzione.

I lavoratori sono in attesa di un incontro al Ministero per lo Sviluppo Economico per cercare di ottenere una proroga della Cassa Integrazione.

La manifestazione, dunque, è stata l’occasione per i lavoratori per lanciare un nuovo appello alle istituzioni, affinché ci sia un pressing nei confronti di Jindal per i dipendenti, per i bambini e per tutte le famiglie Treofan. All’iniziativa stamattina ha preso parte anche il sindaco di Battipaglia Cecilia Francese.

Ha aderito anche il deputato di Liberi e Uguali, Federico Conte. “Subito il tavolo ministeriale per la proroga della Cassa Integrazione – ha affermato – e la ricerca di una soluzione con investitori dello stesso distretto, come avevo già prefigurato, in una mia prima proposta, all’inizio della vertenza”. Per Conte bisogna agire subito per reimmettere sul mercato lo stabilimento e lo si può fare cercando interlocutori nello stesso distretto e convincendo la multinazionale ad agevolare rapidamente la cessione.

Una giornata dedicata anche ai bambini delle famiglie Treofan che sono stati intrattenuti con giochi ed eventi e hanno potuto assaporare tanti dolcetti portati per loro dalla Befana.

Non è mancato il sostegno ai bimbi ricoverati presso il Reparto Pediatrico dell’Ospedale “Santa Maria della Speranza” di Battipaglia, che hanno ricevuto in dono cesti pieni di leccornie da parte di una delegazione della Treofan.

Antonella D’Alto

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*