Dopo l’importante chiusura del Bilancio 2020 con rilevanti spunti positivi di analisi, la Banca Monte Pruno mette in luce l’ennesima semestrale con risultati in forte crescita. I dati del primo semestre 2021 portano l’istituto di credito cooperativo verso altri importanti traguardi con valori dei depositi e dei finanziamenti in continuo aumento, segno inequivocabile di un’azienda in grande salute che accresce, grazie alla clientela, ogni giorno la sua quota di mercato. Come sempre, per l’appunto, i depositi della clientela ed i finanziamenti erogati rappresentano gli elementi che definiscono al meglio la capacità della Banca di stare sul mercato in termini di fiducia verso l’azienda stessa e capacità di supportare l’economia territoriale. Nel trend di miglioramento dei dati, l’intera struttura aziendale è stata determinante, mettendo in pratica le linee strategiche definite dal Consiglio di Amministrazione, con il supporto sostanziale e concreto da parte della Capogruppo Cassa Centrale.

Entrando nel dettaglio dei dati del primo semestre 2021, si osserva come il montante, la somma tra depositi e finanziamenti, sia ormai prossimo alla quota record di 1,5 miliardi di euro. La raccolta complessiva della Banca si attesta sui 920 milioni di euro, suddivisa per 860 milioni di euro da raccolta diretta e 60 milioni di euro di indiretta. È molto interessante sottolineare come l’andamento semestrale vede una crescita del 5%, con un ulteriore miglioramento della raccolta indiretta, in aumento di altri 20 milioni in soli sei mesi. Trend che conferma l’ottimo lavoro delle Filiali, sempre più presenti nel collocamento di prodotti non tradizionali, ma in perfetta linea con gli andamenti del mercato e le esigenze della clientela.

Passando al dato dei finanziamenti, la Banca incrementa il valore totale degli impieghi portandosi sopra i 530 milioni di euro complessivi (+4% su base semestrale). Il nuovo apporto di risorse al tessuto economico e alle famiglie del territorio si attesta a ben 20 milioni di euro in valore assoluto, circa 50 milioni se si considerano i finanziamenti restituiti nei primi sei mesi dell’anno. Si conferma il basso indice dei crediti deteriorati rilevato al 31/12/2020 senza, pertanto, alcun peggioramento nonostante il particolare periodo collegato alla pandemia. Anche l’utile netto di esercizio rispetta il budget del 2021, che prevede un utile di fine esercizio pari a 4 milioni di euro.

Tutte le Aree Territoriali della Banca mettono in luce valori molto positivi a conferma della capacità dell’azienda di riuscire a fornire risposte adeguate alla clientela. Interessante sottolineare come tre Filiali della Banca (Fisciano, Sant’Arsenio e Teggiano) registrano singolarmente valori della raccolta superiori ai 100 milioni di euro; i migliori trend di crescita, sempre con riferimento alla raccolta complessiva, con aumenti superiori a 3 milioni di euro, vengono rilevati a Mercato San Severino, Sant’Arsenio, Padula, Villa d’Agri e Salerno. Soddisfacenti anche i primi dati della recente Filiale aperta a Cava de’ Tirreni, la quale già supera un montante di 10 milioni di euro.

I numeri confermano – hanno dichiarato il Presidente Anna Miscia e il Direttore Generale Michele Albaneseil buon lavoro che la nostra Banca sta mettendo in atto, grazie al consueto mix tra una struttura che opera, con forte impegno, in un sempre migliore e strutturato lavoro di squadra ed una Capogruppo che ci permette di innalzare le nostre performance attraverso un supporto qualificato e di grande valore. La nostra Banca è sempre più una ‘Buona Banca’, proprio come intende definire oggi le BCC la nostra Capogruppo, perché stiamo concretamente lavorando in un processo di cambiamento e adeguamento verso un mercato bancario sempre più complesso e ricco di incertezze. Ai dati così positivi si associa anche una conferma di grande spessore per la nostra Banca e cioè la prima classe di merito nell’ambito dell’ultima rilevazione all’interno del modello utilizzato da Cassa Centrale Banca per analizzare lo stato di salute e classificare le Banche del Gruppo. C’è grande soddisfazione perché la crescita è costante e l’ottimizzazione dei dati di bilancio è sempre più in linea con le nostre strategie. Nel frattempo, durante l’ultimo semestre, nonostante le grandi difficoltà dovute alla pandemia che volutamente abbiamo messo da parte per lanciare un segnale chiaro di fiducia a tutti, abbiamo avuto la forza di aprire ben due nuove Filiali, a Cava de’ Tirreni e Roccagloriosa, le quali stanno già fornendo numeri interessanti, creando oltretutto relazioni di tutto rispetto e di grande qualità con il territorio di riferimento. Siamo felici di aver ripreso anche il nostro percorso di supporto al sociale e alla cultura, essenza del credito cooperativo e delle nostre Banche, cercando di incentivare quel circuito del progresso con iniziative di elevato valore ed impatto. Un semestre in conclusione più che positivo, che lancia la Banca Monte Pruno verso una chiusura di esercizio sempre più rosea”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*