Nuova iniziativa legale del Codacons sul fronte dello scandalo “Dieselgate”, stavolta intentata direttamente in Germania, dove ha sede la casa automobilistica.

Numerose sono le segnalazioni giunte a noi, in questi giorni, da cittadini cilentani interessati all’azione di risarcimento in merito alla scandalo ‘Dieselgate’. Ad aprire la strada per i risarcimenti in favore degli automobilisti è la Corte Federale – informa Bartolomeo Lanzara, responsabile sede Codacons Cilento – che, come noto, ha emesso una sentenza storica condannando la società al risarcimento del danno nei confronti del proprietario di un’auto truccata.

La decisione ha sostanzialmente affermato il diritto del consumatore alla restituzione dell’automobile alla casa automobilistica e al rimborso del prezzo pagato detratti unicamente i km percorsi.

Un principio importantissimo quello espresso dalla giurisprudenza tedesca – afferma Lanzara -, che potrebbe aprire la strada in tutta Europa al risarcimento del danno nei confronti di migliaia di consumatori rimasti ancora senza tutela. Il Codacons, a fronte dell’inerzia delle istituzioni, ha deciso di avviare un’azione risarcitoria collettiva in Germania nei confronti della casa madre tedesca che controlla Volkswagen Italia, Volkswagen AG. La nuova iniziativa è volta a richiedere in via stragiudiziale il risarcimento del danno subito da tutti i consumatori aderenti, per aver acquistato un’automobile Volkswagen con motore 1.2, 1.6 e 2.0 TDI, EA189 diesel“.

Nel Cilento, secondo le richieste ricevute, numerosi sono i cittadini che hanno acquistato un’auto con i problemi denunciati – sottolinea Bartolomeo Lanzara -. L’iniziativa del Codacons, presa insieme ad uno studio legale partner in Germania, procederà a chiedere il danno extracontrattuale per pratica commerciale scorretta in accordo alla giurisprudenza tedesca: il 15% del prezzo di acquisto. Il risarcimento dipenderà pertanto dal modello acquistato, con un range indicativamente tra 1.500 euro e 6.500 euro ad automobilista. Qualora Volkswagen formuli una proposta risarcitoria, il Codacons provvederà a informare gli aderenti all’azione al fine di raccogliere le volontà di accettare l’accordo, seguendo tutta la fase di perfezionamento dello stesso. Tutta l’attività volta a giungere ad un accordo stragiudiziale non comporterà per gli aderenti alcun anticipo di spesa.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il Codacons Cilento direttamente alla sede centrale o attraverso gli sportelli dei consumatori aperti sul territorio cilentano. Per appuntamenti basta chiamare il numero 345/7728260.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*