Entro il 15 novembre tutte le aziende agricole della Basilicata potranno richiedere una maggiorazione dell’assegnazione del carburante agricolo per l’anno 2021 nella misura del 20%. È quanto stabilito da una delibera di Giunta regionale proposta dall’assessore alle Politiche agricole e forestali, Francesco Fanelli.

Anche quest’anno, come già accaduto nel 2020, – dichiara Fanelli – la Regione interviene a sostegno del mondo agricolo lucano raccogliendo il grido di allarme proveniente dalle aziende, messe a dura prova dalla siccità causata dal lungo periodo estivo caratterizzato da un caldo con altissime temperature e dall’assenza di precipitazioni piovose, e dalle organizzazioni professionali di categoria con le quali il Dipartimento Agricoltura interagisce costantemente”.

Considerata la gravità della situazione dell’anno in corso, certificata puntualmente dal servizio agro Meteorologico Lucano dell’Alsia, e anche in seguito alla crisi economica del settore provocata dalla pandemia ancora in corso, la maggiorazione dell’assegnazione del carburante agricolo, necessario alle operazioni di lavorazioni di terreno e di attingimento di acqua, raddoppia, passando dal 10% del 2020 al 20% del 2021. In particolare, l’Alsia ha evidenziato che il deficit idrico nei mesi marzo-luglio è stato del 50% del versante Tirrenico e dell’81% del versante Jonico e che tale situazione non accenna ancora a cambiare.

Il provvedimento sarà pubblicato sul prossimo Bur della Regione Basilicata e, successivamente, gli agricoltori interessati potranno presentare la richiesta aggiuntiva di carburante agricolo sul portale SIA-RB.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.