Aveva in casa 600 munizioni di arma da fuoco militare. Arrestato 50enne di Roccadaspide Due bulgari denunciati per detenzione di arnesi da scasso e documenti per immatricolazione veicoli all'estero



































carabinieri giorno evidenzaUn arresto e due denunce, è questo il bilancio dell’attività di controllo svolta dai Carabinieri della Compagnia di Eboli coordinati dal capitano Alessandro Cisternino.

Il blitz dei Carabinieri è avvenuto a Roccadaspide, dove un uomo di 50 anni è stato arrestato per detenzione illegale di munizioni di arma da fuoco e due bulgari sono stati denunciati.

Il 50enne è stato scoperto grazie ad un posto di blocco avvenuto nei confronti di due bulgari in località Santa Cecilia di Eboli.








Durante la perquisizione del veicolo a bordo della quale viaggiavano i due, entrambi 30enni, domiciliati a Roccadaspide, i militari hanno rinvenuto attrezzi da scasso e documenti destinati all’immatricolazione di veicoli all’estero. I Carabinieri hanno perquisito l’abitazione dei due e hanno riscontrato la presenza di proiettili illegalmente detenuti dal proprietario di casa, un 50enne del posto, che aveva un porto d’armi regolarmente dichiarato.

A seguito della perquisizione dell’abitazione, i militari hanno rinvenuto altri documenti per l’immatricolazione dei veicoli all’estero, 400 munizioni calibro 9 parabellum di arma da fuoco militare, 200 munizioni di calibro diversi dalle armi dichiarate, canne di fucili e pezzi di altre armi da fuoco, illegalmente detenute.

Mariateresa Conte


 





































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*