Ciò che vanno raccontando in giro in merito all’Alta Velocità è una fake news. Sono provocazioni, in quanto Lagonegro non avrà mai la stazione già localizzata nel Vallo di Diano“.

Così Angelo Raffaele Marmo, Vice Direttore di “Quotidiano Nazionale”, interviene in merito al timore sorto nelle ultime ore riguardo al fatto che la stazione dell’Alta Velocità ferroviaria della linea Battipaglia-Praia a Mare potrebbe essere realizzata a Lagonegro e non nel Vallo di Diano.

Le informazioni in tal senso sono giunte dal sindaco di Sanza, Vittorio Esposito, dopo un incontro con il consigliere regionale lucano Francesco Piro. Sembrerebbe che da un documento di RFI in possesso dello stesso Piro, lagonegrese, si evidenzi la realizzanda stazione a Lagonegro e non ad Atena Lucana o in altri punti del comprensorio valdianese come invece emerge dallo studio di fattibilità.

Ma Angelo Raffaele Marmo non ci sta e tuona contro i rumors di queste ore:”Sono in circolazione notizie infondate e provocazioni senza sostanza provenienti per lo più da esponenti politici lucani che, alla verifica dei fatti, sono assolutamente prive di riscontro. E non si capisce perché si dia credito a questi personaggi. Fanno bene, dunque, i politici e gli amministratori del Vallo di Diano a tenere alta la guardia e a sollecitare l’intervento del Presidente Vincenzo De Luca, perché gli improbabili tentativi della politica lucana vanno, comunque sia, respinti al mittente in tutte le sedi. Ma vale la pena stabilire anche come stiano realmente le cose“.

La prima cosa da sottolineare – spiega Marmo – è che la pagina fatta circolare in queste ore di un documento di RFI, nella quale verrebbe individuata Lagonegro come sede della futura stazione, non solo non dice questo (basta leggerla, non c’è scritto in nessuna riga), ma fa parte di un documento che è stato già anticipato al pubblico nell’aprile scorso e che, al contrario, indica nell’area del Vallo di Diano la localizzazione della fermata. Va aggiunto, per di più, che da quello che risulta direttamente, per informazioni verificate, RFI non ha minimamente preso in considerazione Lagonegro. Dunque, la fermata rimane individuata nell’area tra Atena Lucana, Sala Consilina e Buonabitacolo. I politici e i sindaci del Vallo tengano alta la guardia, ma attenzione per tutti alle provocazioni gratuite“.

  • Articolo correlato:

2/12/2021 – Alta Velocità, fermata a Lagonegro e non nel Vallo di Diano. Il consigliere regionale Piro: “Importanti rassicurazioni”

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano