Giornata particolare e di festa a Sant’Angelo Le Fratte, con la comunità che si è stretta attorno a nonna Vincenza Scardini che ha spento cento candeline.

Nonna Vincenza, nata a Sant’Angelo Le Fratte il 22 ottobre 1921, dove abita, ha un genero, tre nipoti e cinque pronipoti.

Madre di due figli, un maschio e una donna, entrambi purtroppo deceduti, sta bene ed è sempre sorridente. Non presenta particolari problemi di salute. Anzi, fanno sapere i nipoti, durante i pasti non manca mai un bicchiere di vino, così come la mattina non deve mancare il caffè. Come tanti anziani, il segreto è quello di mangiare prodotti genuini.

A fare visita a nonna Vincenza Scardini il sindaco, Michele Laurino, e il suo vice, Vincenzo Ostuni. “In questi anni – ha dichiarato il primo cittadino Laurino – stiamo festeggiando molti centenari. E’ un fatto molto positivo oltre che eccezionale per il nostro piccolo borgo. Abbiamo una bella generazione di persone anziane che sono per noi la testimonianza vivente della storia. Questa è anche la dimostrazione che nei nostri piccoli centri si vive bene e la qualità della vita è migliore di altrove. Auguri a nonna Vincenza, a nome mio e di tutta la comunità le ho augurato 200 anni”.

Laurino e Ostuni hanno fatto visita nell’abitazione della donna, che vive fuori dal centro abitato, regalandole un mazzo di fiori e una targa, con una frase di auguri a nome dell’amministrazione comunale e di tutta la comunità. A farle visita a casa anche i familiari, nipoti e pronipoti che si sono stretti attorno a lei anche in questa particolare giornata.

 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano