A Salerno è stata inaugurata ieri pomeriggio Piazza della Libertà alla presenza del presidente della Regione, Vincenzo De Luca, e del sindaco, Vincenzo Napoli, nella zona del Crescent.

“E’ la Piazza sul mare – ha detto De Luca – più grande e bella d’Italia e d’Europa. Un’opera così si realizza in Italia ogni 500 anni”. Il presidente De Luca ha raccontato la storia della piazza dapprima affidandosi a un video su quello che c’era prima: degrado, spaccio notturno e industrie dismesse.

“Sono stati anni duri per me e per i miei figli, Piero e Roberto – ha aggiunto piuttosto emozionato – Come sapete in questo Paese per realizzare un’opera pubblica ci vuole una fatica immane. Ho realizzato un obiettivo di vita, ho legato la mia vita a quest’opera. Non mi sono mai scoraggiato, in nessun momento. Sono stati anni pesanti”.

Ha poi ricordato l’alluvione del ’54 che colpì la città: “Abbiamo voluto questa piazza anche perché quasi settanta anni fa a Salerno e in Costiera Amalfitana ci fu l’alluvione con centinaia di morti. Qui a Santa Teresa, portati da fiumi di fango, arrivavano i corpi dei nostri concittadini. Questo per noi salernitani è un luogo sacro. Piazza della Libertà si chiama così anche per rivendicare l’autonomia e l’orgoglio dei salernitani nei confronti di politici che per anni hanno cercato di tenerci in una condizione di subalternità. Questa è la Piazza delle donne e degli uomini liberi che non hanno padroni politici”.

La Piazza ha una superficie di 28mila mq che è esattamente la dimensione di Piazza San Pietro ma con le aree di ingresso arriva a 40mila metri quadri e può ospitare 100mila persone. Ci sono altre piazze grandi, ma sul mare no. Abbiamo voluto realizzare il parcheggio interrato e vi sono una trentina di negozi pronti per la prossima estate. Intanto abbiamo regalato alla città di Salerno altri 500 metri di lungomare”.

Il parcheggio sarà attivo tra quaranta giorni, prima delle Luci d’artista: “È qualcosa di straordinario e stupendo. Questa opera deve attrarre turismo ed economia. A questa Piazza sono legati centinaia di posti di lavoro per le attività commerciali sulle commerciali, per la gestione del parcheggio. Si è fatta un’opera straordinaria”.

Oggi nella Piazza sarà celebrata la messa del Santo Patrono, San Matteo, alle ore 18.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano