Tanti i commercianti e gli artigiani di Polla che hanno preso parte al convegno “le politiche attive del lavoro“, svoltosi presso la Biblioteca Comunale, promosso dall’Acap, associazione commercianti e artigiani di Polla, in collaborazione con  l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Massimo Loviso e la partecipazione della Confesercenti Vallo di Diano.

Hanno preso parte all’incontro, tra gli altri, Giuseppe Curcio, vice sindaco con delega alle Attività Produttive, Giovanni Corleto, presidente del consiglio comunale e delegato al commercio, Maria Antonietta Aquino, presidente di Confesercenti Vallo di Diano, Immacolata Di Candia, presidente Acap, e Feliciana Pistone vice presidente Acap.

L’evento è stato un importante momento di confronto, anche in seguito alle difficoltà scaturite dal periodo legato alla pandemia, e l’occasione per la presentazione della convenzione siglata tra Acap e Confesercenti Vallo di Diano che ha illustrato tutte le attività e i servizi erogati a favore del tessuto imprenditoriale e commerciale locale.

L’incontro è stato un momento di dialogo, con un focus importante sul ruolo delle politiche attive del lavoro – ha affermato Maria Antonietta Aquino – . Si è parlato del programma Garanzia Giovani, delle azioni di microfinanza tra cui l’incentivo Resto al Sud e di altre linee di credito per l’imprenditoria giovanile e femminile“. 

L’amministrazione comunale, a conclusione dell’incontro, ha confermato la volontà di continuare a sostenere i commercianti e gli artigiani di Polla. La presidente Acap, Immacolata Di Candia, e la vice presidente, Feliciana Pistone, hanno infine ringraziato tutti gli associati, l’amministrazione comunale e la dottoressa Aquino, confermando l’impegno di perseguire l’obiettivo di sostenere il commercio a Polla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano