Nella suggestiva Piazzetta dei Caduti si è svolta la cerimonia della consegna delle benemerenze per le meritevoli attività di soccorso in mare svolte durante le operazioni “Spiagge libere sicure” del litorale di Pisciotta. Indelebile dimostrazione dell’impegno qualificato nell’ambito delle operazioni di soccorso in favore dei bagnanti.

Sono stati premiati dal sindaco Ettore Liguori con Diploma di Benemerenza per l’Ufficio Circondariale Marittimo della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Palinuro, il Primo Luogotenente Massimo Angeloni, il Capo di 2^ Classe Luca Montefusco, il Sottocapo di 1^ Classe Ivan Marotta e il Sottocapo di 1^ Classe Maurizio De Santi. Infine i bagnini della Società Nazionale di Salvamento di Mantova con il presidente Massimo Zanichelli e gli operatori Giovanni Marsicano, Afran Islam e Nadim Saikh.

Successivamente, a cura della Società Nazionale di Salvamento – Presidenza Nazionale di Genova, sono stati consegnati i Diplomi di Benemerenza al personale della Guardia Costiera di Palinuro. Al nuovo Comandante, il Tenente di Vascello Amalia Mugavero, è stata donata una medaglia ricordo del 150° Anniversario dalla fondazione della Società. Ai bagnini intervenuti nei soccorsi sono state consegnate, invece, medaglie di bronzo al Merito con diploma e al coordinatore del progetto nonché presidente della Sezione SNS di Mantova, una medaglia d’argento al Merito con diploma. Altri riconoscimenti sono stati dati al sindaco Liguori, al geometra Marcello Saturno, tecnico del Comune con l’incarico di seguire il progetto per il mantenimento della Bandiera Blu, al dottore Alfonso Pace, Direttore della sezione locale della “Salvamento”, all’avvocato Francesco Russo, cerimoniere dell’iniziativa e a Cristian Greco, addetto stampa della “Salvamento”.

Una pregevole iniziativa quella della civica amministrazione pisciottana, importante attestato di gratitudine e riconoscimento per l’encomiabile lavoro svolto nell’ambito delle attività mirate a fronteggiare le situazioni di emergenza in mare e le importanti operazioni compiute quest’estate che hanno consentito di salvare sette turisti con professionalità e prontezza. Protagonisti anche i referenti del progetto Sai di Padula.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano