Siamo la casa di produzione indipendente ‘Le Dollità’.  L’ idea è nata da un gruppo di ragazzi squattrinati ma ricchi di sogni e che hanno voglia di far sentire la propria voce, capeggiati dal folle De Lio Dolo, da cui prende nome il gruppo”.

Con queste parole si presenta il gruppo del Vallo di Diano composto da musicisti esperti e comici in erba che vivono e lavorano in questo territorio.

La loro attività consiste nella realizzazione di canzoni e video di natura comica e sarcastica in cui “cerchiamo di non prenderci sul serio e strappare una risata a chi ci sta guardando”.

La casa di produzione si divide in due categorie produttive: la prima parte è la band musicale chiamata “Dolo e i Tasti Dolenti” che ha debuttato col brano Sciùsciami, uscito sulle maggiori piattaforme streaming musicali ed in diverse radio locali. “Il brano è uscito ad agosto 2021 in una anti-hit estiva di carattere demenziale – racconta il gruppo – che ha come protagonista dolo e questo desiderio irrefrenabile di farsi “soffiare” perché sta morendo dal caldo”.

Ieri invece è uscito il nuovo singolo “71” su tutte le piattaforme di streaming e con video ufficiali.

Il titolo della canzone si rifà al significato del numero 71 nella smorfia napoletana ovvero ‘l’omm ‘e mmerda’. – spiegano i musicisti – Chi non ha mai incontrato un uomo del genere almeno una volta nella vita? La canzone affronta proprio questo tema, denunciando in chiave ironica, situazioni che possono essere causate da questo tipo di uomini. Ad esempio, alcuni dei temi trattati nel testo vanno dall’inquinamento ambientale alle tante promesse fatte dai politici e non mantenute, per poi spaziare ad altre situazioni spiacevoli che possono scaturire dallo sfortunato incontro con il cosiddetto ’71’ “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano