Omicidio a Sapri, 69enne uccisa con un colpo di arma da fuoco alla tempia. Arrestato il marito

































Una donna di 69 anni, Antonietta Ciancio, residente a Sapri ma originaria di Torraca è stata ritrovata morta questo pomeriggio nella camera da letto della sua casa in via Fanuele.

A fare il ritrovamento sono stati i Carabinieri della Compagnia di Sapri, guidati dal Capitano Michele Zitiello e i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Policastro, allertati da una nipote che non riusciva a mettersi in contatto con la zia. Dopo varie telefonate senza ricevere alcuna risposta, i parenti preoccupati si sono rivolti alle Forze dell’Ordine che sono entrati dal balcone dell’appartamento che si trova al penultimo piano della palazzina.






Subito dopo il ritrovamento del cadavere, i militari della Compagnia di Sapri, coadiuvati da quelli della Compagnia di Lagonegro, hanno avviato le ricerche del marito 75enne della donna, Gabriele Milito, risultato irreperibile. Dopo alcune ore, nella serata, l’uomo è stato rintracciato in una località campestre nei pressi di Rivello, in provincia di Potenza.

Interrogato dal magistrato e dai Carabinieri, l’anziano ha ammesso di essere l’autore dell’omicidio, riferendo agli inquirenti che, nella giornata di ieri, mente era intento a maneggiare una pistola regolarmente detenuta, sarebbe partito accidentalmente un colpo che avrebbe colpito mortalmente la moglie alla nuca.

Dopo l’interrogatorio, l’uomo è stato sottoposto a fermo del pm per omicidio volontario  e condotto nel carcere di Potenza. La salma della moglie, invece, è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di Sapri.

Sul posto i Carabinieri della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Salerno per il sopralluogo sulla scena del crimine, i cui esiti, insieme a quelli dell’autopsia che sarà eseguita nei prossimi giorni, dovranno chiarire la dinamica del delitto.

Le indagini sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Lagonegro.

 

Maria Emilia Cobucci –

 

























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*