Tragedia a Caggiano. La comunità piange Antonio Altilio, morto tra le montagne che amava























Dolore e sconcerto a Caggiano per la scomparsa di Antonio Altilio, il 36enne morto dopo una caduta da un’altezza di circa 20 metri, mentre stava effettuando, da solo, un’escursione sul Monte Serra San Giacomo.

La tragedia è avvenuta nel pomeriggio di ieri in località Petrosa, dove è stato ritrovato da un gruppo di amici allertati dalla moglie che non lo vedeva rientrare per ora di pranzo. I soccorsi per il 36enne si sono rivelati inutili.

Nel tardo pomeriggio di ieri la salma è stata trasportata all’ospedale “Luigi Curto” di Polla.







Antonio lascia la giovane moglie, che aveva sposato a giugno dello scorso anno, in attesa del loro primo figlio, oltre a tanto dolore nei familiari e amici.

Aveva un sorriso per tutti, era amato e stimato non solo a Caggiano, ma anche nei paesi limitrofi grazie alla sua immensa passione per l’escursionismo, che lo aveva spinto a creare un’associazione e proprio per oggi era prevista un’escursione sul monte Polveracchio.

Organizzava il cammino a piedi da Caggiano a Viggiano e anche quest’anno è partito con 14 persone il 30 agosto.

E’ quel genere di notizia che fa male solo a pensarla. Che ognuno di noi non immaginerebbe mai. Che nessuno vorrebbe fosse vera! Si devono fare i conti con la dura realtà però, una realtà sconcertante, che ci fa rimanere attoniti, di stucco. Abbiamo perso un amico, una persona sincera e scherzosa. Due doti queste che in Miccetta abbondavano – scrivono gli amici sulla pagina Fb dell’associazione che aveva fondato- Possiamo osservare il silenzio, quel silenzio che ci assorda per i suoi contenuti inimmaginabilmente profondi e belli che tutti noi della CEV associamo al nostro amico, che non c’è più. Ciao presidé”.

– Rosanna Raimondo –

 



























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*