Terremoto politico a San Rufo. Angelo Marmo rassegna le proprie dimissioni dalla carica di assessore "Quando lo riterrò opportuno, spiegherò ai cittadini le ragioni delle mie dimissioni. È una decisione politica, non personale"























san_rufo_incontro_marmo_angelo_novembre_2016 (3)L’assessore Angelo Marmo del Comune di San Rufo ha inviato al primo cittadino, Michele Marmo, una lettera con cui rassegna le proprie dimissioni.

L’esperienza vissuta in questi anni – dichiara – è stata importante e mi ha fatto crescere, mi sono totalmente messo a disposizione per onorare le deleghe ricevute e ricambiare la fiducia accordatami dai cittadini sanrufesi. Purtroppo non è andato tutto secondo le mie aspettative e soprattutto secondo le aspettative che avevamo creato durante l’ultima campagna elettorale”.

A spingere l’assessore Marmo a prendere questa decisione sono state decisioni prettamente politiche e non personali.






Ho sempre interpretato la politica come un gioco di squadra – prosegue – dove ognuno ha il suo compito ed i risultati ottenuti si pongono come la conseguenza di una buona organizzazione. Purtroppo, nonostante le mie numerose sollecitazioni, non ho visto un simile gioco di squadra, ma la cosa peggiore è che non sono riuscito a percepire una decisa volontà di realizzare il programma elettorale. Dalle decisioni banali e di facile realizzazione, a quelle più importanti, come i confini con il comune di Teggiano, è stato un continuo rinvio e questa situazione nel tempo è divenuta per me inaccettabile”.

L’assessore del piccolo Comune tiene però a precisare che continuerà nell’impegno preso nell’ultima tornata elettorale e a sostenere la maggioranza fino alle prossime elezioni.

Mi riservo – conclude – quando lo riterrò opportuno, di spiegare ai cittadini sanrufesi i particolari della mia decisione, che non prendo assolutamente a cuor leggero”.

– Miriam Mangieri –



























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*