Il sindaco di Camerota ritira a Bologna la bandiera gialla di “Comune Ciclabile”































Camerota riceve il riconoscimento nazionale di Comune Ciclabile. Nella Cappella Farnese, all’interno dello storico Palazzo D’Accursio che ospita la sede del Comune di Bologna, ieri il sindaco Mario Salvatore Scarpitta ha ritirato il vessillo giallo. Camerota è stata premiata insieme ad altre 38 località italiane. In Campania è sola insieme al Comune di Castelnuovo Cilento.

Il progetto è stato lanciato la scorsa estate dalla Federazione Italiana Amici della Bicicletta per riconoscere gli sforzi di quei Comuni che mettono in pratica concrete politiche per la mobilità in bicicletta, rendendo i propri territori bike-friendly e accoglienti per chi si muove sulle due ruote. I riconoscimenti ai nuovi Comuni Ciclabili sono stati consegnati nell’ambito di una cerimonia che si è tenuta in Piazza Maggiore a Bologna, la prima grande città, insieme a Torino, a ricevere la bandiera gialla.

A soli otto mesi dal lancio dell’iniziativa – dice Alessandro Tursi, vice presidente FIAB e responsabile di Comuni Ciclabili – siamo davvero soddisfatti dell’interesse che il progetto Comuni Ciclabili ha suscitato in tantissime amministrazioni locali che hanno fatto domanda di adesione. Un risultato ben superiore alle nostre aspettative che dice, però, della volontà di tanti territori di volersi impegnare in politiche e iniziative concrete a favore di una mobilità sempre più sostenibile per le persone e per l’ambiente”.






Salgono così a 69 i Comuni italiani che possono sventolare la bandiera gialla con il relativo grado della ciclabilità, ovvero il punteggio da 1 a 5 bike-smile apposto sulla bandiera e attribuito sulla base di diversi parametri di valutazione, che vanno al di là del semplice conteggio delle piste ciclabili. Oggi l’iniziativa Comuni Ciclabili tocca ben 16 regioni, dai capoluoghi dell’estremo nord, Trento, a quelli dell’estremo sud, Lecce. Tra i nuovi capoluoghi entrati nella rete anche Brescia, Cuneo, Pisa e Grosseto. Si contano anche Comuni e località di punta del turismo nazionale come Riccione, che sulla Riviera Romagnola si affianca a Rimini già Comune Ciclabile dallo scorso novembre, e Castiglione della Pescaia in Toscana.

Questo riconoscimento che sono venuto a ritirare oggi a nome dell’Amministrazione Comunale di Camerota, rappresenta uno strumento base per la promozione della nostra accogliente località turistica – ha dichiarato il sindaco di Camerota Mario Salvatore Scarpitta – Voglio ringraziare innanzitutto Giulietta Pagliaccio, presidente Fiab, Alessandro Tursi, vicepresidente e responsabile del progetto Comuni Ciclabili. E voglio aggiungere un nome a questo elenco, anzi, una famiglia, quella Moretti di Camerota. Angela e Francesco sono persone attente e ci tengono molto a queste forme di mobilità sostenibili rispettose dell’ambiente e dell’uomo. Hanno voluto portare la Fiab a Camerota e ogni giorno lavorano affinché il nostro Comune possa conoscere sempre di più le dinamiche di questa affascinante disciplina. Impegnarsi per diventare un Comune Ciclabile è quasi inevitabile con tutte queste bellezze da esplorare. Ma soprattutto sono sicuro che un premio ambito e prestigioso come questo aiuterà tutto il comparto turistico ad un aumento significativo dell’effetto destagionalizzazione”.

– Chiara Di Miele –

























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*