Antonio Pascuzzo ucciso per una dose di marijuana. Arrestato 18enne di Buonabitacolo L'apprendista macellaio ha confessato il delitto e di aver gettato il corpo sul greto del fiume





































 

E’ stato arrestato dopo un lungo interrogatorio durato tutta la notte, il giovane di Buonabitacolo in stato di fermo da ieri sera da parte dei Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina. Karol Lapenta, 18enne incensurato e apprendista macellaio di Buonabitacolo, di origini polaccheavrebbe confessato in queste ore, durante un interrogatorio dell’Autorità Giudiziaria di Lagonegro, di aver ucciso con delle coltellate il giovane Antonio Pascuzzo.

Il giovane sarebbe ritenuto responsabile dagli inquirenti di omicidio volontario con occultamento di cadavere, pluriaggravato dai futili motivi e crudeltà e dalla rapina aggravata. E’ stato trasferito presso la Casa Circondariale di Potenza.







Nel pomeriggio di ieri, intorno alle 16.20, all’esito di ininterrotte ricerche, attivate e coordinate dai Carabinieri in sinergia con la Procura di Lagonegro, con le squadre di volontari delle locali associazioni di Protezione Civile e con il supporto di mezzi dei Vigili del Fuoco di Salerno, è stato ritrovato, tra la vegetazione sul greto del torrente “Peglio” di Buonabitacolo, il cadavere della vittima in avanzato stato di decomposizione, che riportava 7 fendenti letali nella zona toracica e dorsale.

La località del ritrovamento, insieme ai numerosi indizi raccolti nei giorni precedenti dagli inquirenti, hanno consentito di ricostruire la dinamica del delitto e di confermare incontrovertibili elementi di colpevolezza a carico di Karol Lapenta circa l’omicidio, che sarebbe avvenuto la sera stessa della scomparsa di Pascuzzo, con la finalità di impossessarsi di un modesto quantitativo di marijuana posseduto della vittima.

Dopo l’efferato delitto, il 18enne ha trascinato per circa 50 metri il corpo esanime di Antonio, gettandolo da un dislivello di circa 5 metri sul corso d’acqua dove è stato trovato. I militari, inoltre, hanno sequestrato l’arma del delitto.

Questa mattina, la Scientifica si è recata nuovamente sul posto del ritrovamento insieme ai Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina e della Stazione di Buonabitacolo per acquisire ulteriore materiale nel terreno adiacente al ritrovamento.

La salma sarà sottoposta ad autopsia nella giornata di domani, lunedì 16 aprile.

– Claudia Monaco –

sequestro luogo antonio pascuzzo buonabitacolo sigillo carabinieri scientifica buonabitacolo morte pascuzzo 


  • Articoli correlati:

15/04/2018 – Omicidio Antonio Pascuzzo. Fermato un ragazzo di Buonabitacolo

14/04/2018 –Morte Antonio Pascuzzo. Il giovane è stato ucciso con 6 coltellate

































Un commento

  1. Ma si può ammazzare una persona per pochi spiccioli?E quanto vale una vita?Preghiamo anche x l assassino perché il diavolo si è impossessato di lui.

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*