Maxi inchiesta sulla sanità in Basilicata. Il Presidente della Regione Pittella agli arresti domiciliari





































conferenza pittellaNell’ambito di una inchiesta della Guardia di Finanza per reati contro la pubblica amministrazione, questa mattina è stata data esecuzione a trenta misure restrittive emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari di Matera.

Tra le persone colpite dalle misure restrittive, c’è anche Marcello Pittella, Presidente della Regione Basilicata appartenete al Partito Democratico. Dall’alba di questa mattina i militari della Guardia di Finanza di Matera, su delega della Procura della Repubblica, sono stati impegnati per ore nell’esecuzione delle misure restrittive. Sono stati impegnati circa un centinaio di militari.

Si tratta di una indagine che riguarda le nomine e i concorsi nella sanità lucana. Una vera e propria bufera giudiziaria che si è abbattuta sulla Basilicata: oltre al governatore lucano, che si trova agli arresti domiciliari nella sua casa di Lauria, sono finiti agli arresti anche Pietro Quinto e Maria Benedetto, rispettivamente Direttore generale e Direttrice amministrativa dell’Azienda Sanitaria di Matera.







Agli arresti domiciliari anche Giovanni Chiarelli, Commissario straordinario dell’Azienda Sanitaria di Potenza, Maddalena Berardi, Direttore amministrativo dell’Azienda Ospedaliera regionale San Carlo di Potenza, Gianvito Amendola, Dirigente del Centro Oncologico regionale sito a Rionero in Vulture, Vito Montanaro, Direttore generale dell’Asl di Bari, Luigi Fruscio Responsabile anticorruzione Asl di Bari, Gennaro Larotonda primario otorinolaringoiatra Matera e Lorenzo Sanandrea, primario otorinolaringoiatra a Potenza.

Delle trenta misure emesse dal Gip di Matera, otto riguardano obblighi di dimora.

– Claudio Buono –

































Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*