Furti e rapine nel Salernitano. 8 arresti e 2 divieti di dimora ad Eboli





































Nella mattinata di oggi, ufficiali di Polizia Giudiziaria in servizio per la Compagnia dei Carabinieri di Eboli, diretta dal Capitano Luca Geminale, con il supporto del Nucleo Cinofili di Sarno e del 7° Nucleo Elicotteri di Pontecagnano, hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Salerno, su richiesta della Procura della Repubblica di Salerno, nei confronti di 10 indagati, ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di rapine a mano armata, furti in abitazione, furti aggravati, detenzione e porto illegale di armi e munizioni e ricettazione.

Sono finiti in carcere il 29enne Cristian De Lisa, il 39enne Carmine Gaiangos, la 41enne Margherita Iula e il 36enne Nicola Iula, mentre agli arresti domiciliari il 44enne Damiano D’Amato, il 25enne Giuseppe Marotta, il 30enne Vito Galdi e la 30enne Tania Postiglione. Divieto di dimora per gli altri due indagati.







In particolare, sono stati raccolti elementi di colpevolezza per 5 rapine a mano armata consumate ai danni di esercizi commerciali di Eboli e Battipaglia tra il mese di dicembre 2016 e il mese di gennaio 2017, 2 furti di auto poi utilizzate per le successive rapine, 3 furti in abitazioni commessi a Eboli nel mese di febbraio 2017, 11 furti di beni custoditi all’interno di auto in sosta consumati nei comuni di Eboli, Battipaglia e Capaccio tra il mese di dicembre 2016 e il mese di gennaio 2017 e 4 tentati furti all’interno di esercizi commerciali di Eboli nel mese di febbraio 2017.

L’attività investigativa, che ha trovato il suo incipit nell’arresto in flagranza di reato di due indagati ed è stata sviluppata attraverso attività tecniche, ha consentito di accertare l’esistenza di un gruppo criminale, con base operativa a Eboli e con disponibilità di armi, dedito alla quotidiana commissione di reati contro il patrimonio.

– Paola Federico –

 

 

































Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*