Cadono calcinacci sulla SS 7 Appia. Lavori sul ponte che collega Ruoti con il Marmo Melandro











Lo storico ponte ad arco che collega Ruoti con il Marmo Melandro lungo la ex SS 7 Appia, è stato chiuso.

La decisione è stata assunta dalla Provincia dopo il sopralluogo dei Vigili del Fuoco, intervenuti dopo le segnalazioni a seguito della caduta di alcuni calcinacci. La Provincia di Potenza, competente sul tratto, si è già attivata per eseguire alcuni lavori straordinari.

Probabile la riapertura in serata, poi nei prossimi giorni la chiusura per lavori più dettagliati.

Un problema già denunciato tempo fa dal gruppo consiliare “Ruoti 2017”, attraverso il consigliere Franco Gentilesca: “Avevamo già segnalato il problema a Comune e Provincia. La struttura risulta danneggiata in diversi punti, alcuni veicoli nei mesi scorsi hanno subito danni a causa della caduta dei calcinacci. L’appello va alla Provincia affinché metta in campo ogni sforzo per far sì che il ponte venga messo in sicurezza e riaperto. È l’unico tratto strada di collegamento per Baragiano ma anche per il raccordo autostradale”.

L’appello ha trovato subito il riscontro positivo del presidente della Provincia, Nicola Valluzzi: “I tecnici della Provincia stavano monitorando da giorni. Stamattina è stato chiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco per il problema dei calcinacci, ma non hanno rilevato alcun pericolo imminente. Nella relazione si chiede un accertamento più approfondito, che abbiamo già iniziato. Gli operai sono al lavoro per l’installazione di una rete di protezione e di alcune barriere, quindi per stasera riapriamo il tratto”.

“Nei prossimi giorni – conclude Valluzzi – programmeremo un intervento dettagliato per la messa in sicurezza della parte interessata, ma escludo ogni problema relativo alla staticità”.

Si tratta di un ponte storico, costruito alla fine degli anni ‘20 su disposizione di Benito Mussolini.

– Claudio Buono –






Un commento

  1. Rosario Ladik says:

    Per Fiano del PD, il ponte va abbattuto perchè omaggia il fascismo per le opere costruite con maestria.

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*