Un emendamento al Decreto Rilancio sarà presentato per garantire fondi a tutti i Comuni delle “Zone Rosse” colpiti dall’emergenza Coronavirus per una questione di equità. Lo assicura il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, dopo le polemiche per l’esclusione di alcuni comuni dal Fondo speciale di 200 milioni garantito, per ora, soltanto alle ex Zone Rosse delle province lombarde e di Piacenza.

I comuni di Sala Consilina, Atena Lucana, Polla, Auletta e Caggiano, oltre ad Ariano Irpino e Saviano, durante l’emergenza Covid-19 sono ricaduti nelle cosiddette “Zone Rosse” a causa dell’elevato numero di contagi. Sono tra i paesi esclusi dal Fondo speciale.

Un emendamento per gli esclusi è stato annunciato dai deputati Federico Conte (Leu), Del Basso de Caro (Pd), De Filippo (Iv) e Stumpo (Leu). “La proposta è pronta – dicono i parlamentari – I Comuni che sono stati zona rossa hanno tutti pari dignità. Non possono essere fatte discriminazioni. Va ripristinata la prima formulazione del Decreto che all’articolo 112 riconosceva a tutti i comuni italiani dichiarati zona rossa per 30 giorni di accedere al riparto dello stanziamento di fondi per 200 milioni“.

Daremo misure di sostegno ad Ariano Irpino e al Vallo di Diano” ha dichiarato in seguito alle rassicurazioni di Conte anche il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso di un incontro con la stampa nella sede della Giunta regionale.

– Chiara Di Miele –

Un commento

  1. Rocco Panetta says:

    L’emendamento va riformulato altrimenti i Comuni di Sala Consilina, Atena Lucana, Polla e Caggiano saranno ,di nuovo, ESCLUSI poiché sono stati ZONA ROSSA per 29 giorni e NON 30! Leggete il mio post pubblico su FB.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*