Parte il monitoraggio dei delfini da parte dei volontari del Wwf nelle acque del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, tra Agropoli e Camerota. Le lezioni, pratiche e teoriche, di biologia, etologia e conservazione dei cetacei sono aperte a tutti gli interessati e amanti del mare e della natura e si terranno in turni di cinque giorni da lunedì a venerdì e per tutta la stagione estiva.

Possono partecipare un minimo di due persone e un massimo di sei, compresi i minorenni se accompagnati dai genitori. Ogni giorno l’imbarco è previsto alle ore 10.00 dal porto di Acciaroli e lo sbarco ogni sera alle ore 18.00. I pranzi si terranno a bordo e sono autogestiti, col supporto del comandante. I partecipanti devono anche condividere i turni in cucina, il lavaggio dei piatti, la pulizia della barca e i turni di navigazione.

Come si legge su Il Corriere del Mezzogiorno, si navigherà in acque costiere secondo le rotte dei transetti previsti dal programma di monitoraggio dei cetacei presenti nell’area e le attività di avvistamento si svolgeranno con l’ausilio di binocoli e idrofono. Ognuno dei partecipanti a bordo ricoprirà un ruolo specifico e avrà la possibilità di apprendere le tecniche della navigazione a vela. In caso di avvistamenti, gli esemplari verranno fotografati e le foto confrontate per ottenere informazioni sulla struttura e sulla dimensione dei gruppi, sugli spostamenti e sul grado di residenza. Verrà inoltre registrato il luogo dell’avvistamento approssimandolo anche al comportamento della specie e verranno evidenziati una serie di parametri per rendere confrontabili gli avvistamenti, come la forza del mare, la visibilità, la presenza di navi o imbarcazioni da pesca.

– redazione –


 

Commenti chiusi