Cinque partite, cinque sconfitte. E’ il bilancio della Puntotel Sala Consilina che in cinque giornate nel girone di ritorno di A2, tutte nel nuovo anno solare, ha rimediato altrettante sconfitte, vincendo soltanto tre set. Un bilancio decisamente negativo che ha finito per vanificare i segnali di ripresa che il team biancorosso aveva mostrato nella parte centrale del girone d’andata. Ovviamente, come si può comprendere facilmente, l’involuzione che si è verificata in questa seconda parte del torneo ha finito per far precipitare Salvi & C., nuovamente in coda alla graduatoria.

Nello stesso periodo, le due principali antagoniste che erano alle spalle delle valdianesi, Gricignano d’Aversa e Crovegli Reggio Emilia, hanno collezionato 4 e 7 punti, operando l’inevitabile sorpasso. Pertanto, basta la lettura fredda dei numeri per capire che la Puntotel sta attraversando un momento molto delicato. E neanche l’arrivo della forte schiacciatrice Kulikova, che ha debuttato sul campo della capolista Montichiari, sembra essere riuscita a dare la tanto attesa svolta. Di certo pensare di uscire indenne dal parquet lombardo era impresa titanica, ma la presenza dell’ex campionessa del mondo con la sua nazionale, lasciava presupporre che la squadra avrebbe quantomeno avuto una reazione diversa da quella che invece si è vista con il Montichiari. E se non si cambia passo, evitare l’ultimo posto appare molto complicato e con la inevitabile retrocessione si metterebbe la parola fine alla meravigliosa esperienza nella serie A2.

Nelle sei partite che mancano sono due gli appuntamenti che vanno segnati in rosso: domenica 23 marzo quando si affrontano Gricignano e Reggio Emilia, l’altro la domenica successiva, quando al “Palazingaro” arriva il Gricignano, in un derby Campano, che potrebbe valere una stagione. Ma prima di queste due gare per la Puntotel di coach Guadalupi è necessario almeno qualche punto altrimenti tutte le ipotesi rischiano di essere vanificate.

– Gerardo Lobosco –


 

Commenti chiusi