Protagonista dell’intervista di oggi è Carmine Cardinale, titolare della “Cardinale Group” con sede a Teggiano. Diversi i temi affrontati, tra i quali le origini dell’azienda, le caratteristiche della stessa ed i progetti futuri

D. – Di cosa si occupa l’azienda? Quando e come è nata?

R. – “Di articoli idro-termosanitari. Sono partito nel 1981 con la produzione di scaldabagni, a livello artigianale. Col passare del tempo le cose sono cambiate e l’industria si è robotizzata. Le strade erano due. O facevo un grosso investimento o dovevo smettere e cambiare tutto. Ho scelto la prima opzione così ho iniziato ad inserire nuovi articoli e di anno in anno sono riuscito ad incrementare prodotti e zona di mercato. Ho composto un catalogo sempre più corposo fino ad arrivare ad oggi con 15mila referenze. Il fatturato è cresciuto costantemente, passando da 500 mila euro all’inizio, a 40 milioni di euro ora. E naturalmente più cresce il fatturato, meno si può crescere nel complesso, poiché i margini si riducono”

D. – Quanti dipendenti ha? Avete risentito della crisi?

R. – “I dipendenti sono quasi 100. Non mi posso lamentare, l’azienda si difende abbastanza bene, nonostante tutte le difficoltà. Riusciamo a crescere costantemente e anche nel 2013 abbiamo registrato dei valori positivi. La politica di investimento ha portato buoni risultati. Basti pensare che nel settore in questione siamo la prima realtà del centro sud e tra le primissime in Italia”

D. – Quali le differenze, se ci sono, rispetto a 10 anni fa?

R. – “Grazie al buon nome che ci siamo costruiti negli anni, rappresentiamo il riferimento principale nel settore. Tutto il lavoro fatto in questi anni fa ha rappresentato un valore aggiunto ed ha fatto sì che si concretizzassero benefici morali ed economici. I sacrifici vengono quasi sempre ricompensati”

D. – Come si vede tra 10 anni e come vede la sua azienda?

R. – “La crescita deve essere costante, non ci si può fermare. Gli investimenti in capannoni e strutture devono essere continui, così come l’ampliamento per quanto riguarda i prodotti ed il personale. Nell’impresa, come nella vita, non ci si può rilassare, altrimenti si consente ad altri di crescere e sopravanzarti”.

– Cono D’Elia –

– messaggio promozionale –


 

 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano