Domani, giovedì 25 novembre, ricorre la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, celebrata in tutto il mondo affinché questa deplorevole piaga sociale e culturale, ancor prima che criminale, venga affrontata e combattuta in ogni sua forma. Tra le molteplici iniziative assunte dall’Arma dei Carabinieri per contrastare il fenomeno si richiama il protocollo d’intesa con l’Ordine Nazionale degli Psicologi stipulato nel 2017, cui è seguito quest’anno un progetto attuativo in campo formativo.

Proprio domani a Roma, presso la Scuola Ufficiali Carabinieri, avrà luogo il primo di una serie di seminari rivolti ai componenti della Rete Nazionale di Monitoraggio sul fenomeno della violenza di genere (due militari per ogni Comando Provinciale) per acquisire specifiche conoscenze di psicologia comportamentale volte a migliorare l’approccio con le vittime vulnerabili che saranno estese a tutto il personale specializzato ai minimi livelli ordinativi.

Il Comando Provinciale di Salerno, grazie al contributo fattivo del Rotary Club Salerno Duomo, di Confindustria Salerno, di Ikea Italia e di imprese operanti nel settore delle intercettazioni, ha realizzato all’interno della propria sede di via Mauri una sala accoglienza ed ascolto per le fasce deboli per ricevere nella massima riservatezza le vittime dei reati di violenza di genere ed appartenenti ai gruppi vulnerabili.

La sala ascolto, inaugurata lo scorso 28 settembre sposando la campagna internazionale sui diritti umani “Orange the world” promossa dalle Nazioni Unite, nel giorno dell’importante ricorrenza verrà simbolicamente illuminata di arancione per solidarietà nei confronti di tutte le donne vittime di violenza.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano