Un giorno speciale per Vietri di Potenza, la cui comunità, seppur a distanza, si stringe attorno alla persona più anziana del paese, Vincenzo Gorga, che compie 101 anni.

Mente storica, e lucida, della comunità vietrese, è nato a Vietri e la sua storia è davvero toccante ed emozionante. Dalla guerra alla prigionia in Siberia e Mongolia fino alla liberazione ed una serie di riconoscimenti ed onorificenze. A differenza dello scorso anno, non potrà festeggiare come vorrebbe. Ma è comunque circondato dall’affetto, che non è mai mancato, dei suoi familiari.

Gorga, soldato di leva, venne chiamato alle armi il 9 marzo 1940 nella guerra di Albania, nell’84^ Fanteria Albanese. Durante la guerra, per congelamento ai piedi, venne trasferito in ospedale a Tirana e poi all’ospedale militare di Firenze. Dopo la licenza di convalescenza, rientrò nel corpo militare e partì per la frontiera russa, con la compagnia Armira. Poi venne catturato e diventò prigioniero, prima in Siberia e poi in Mongolia, dove rimase per tre anni. Visse un’odissea che ne mise a durissima prova la sopravvivenza. Finita la guerra, la liberazione e il rientro a Vietri di Potenza dopo un viaggio di quasi tre mesi.

Venne liberato il 10 dicembre 1945. Per lui è questa la data più importante, tanto che lo scorso anno il centenario lo ha voluto festeggiare il giorno 10. Vincenzo Gorga è stato insignito, il 30 ottobre 1965, della Croce al Merito di Guerra dell’Esercito Italiano, che custodisce gelosamente insieme alla Medaglia d’Oro al Valore Civile ricevuta il 13 agosto 2011 dall’allora sindaco Giuseppe Pitta. Lo scorso 2 giugno in Prefettura a Potenza, durante la Festa della Repubblica ed a seguito di una richiesta del sindaco Christian Giordano al presidente Sergio Mattarella, ha ricevuto dal Prefetto l’onorificenza dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Nonostante l’emergenza sanitaria in corso, di persona presenziò alla cerimonia, accompagnato dai familiari.

Nell’ultimo mese e mezzo in Basilicata sono state diverse le persone che hanno raggiunto e superato il secolo di vita. I 100 anni della signora Immacolata a Venosa, di Maria Montagnuolo e Caterina Vaccaro a Potenza, poi Vitantonio Carriero a Filiano e qualche giorno fa i 101 anni di Annunziata Giallorenzo a Brienza.

– Claudio Buono –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*